Meno 3 kg per essere in forma a Natale e Capodanno

In ogni casa inizia l’ansia pre-festiva che angoscia le persone prima di ogni avvenimento importante. Natale, ed anche Capodanno, sono ormai dietro l’angolo e, di conseguenza, magari avrete voglia di indossare un abito diverso dal solito. Siete in forma per poter sfoggiare un nuovo vestito? Solo pochi di voi potranno dare una risposta totalmente affermativa, visto che la maggior parte degli individui sono ossessionati dai chili di troppo.

Non solo vogliamo consigliarvi di non rinunciare ad indossare ciò che preferite, ma anche la privazione dei pasti festivi potrebbe essere non poco frustrante. Arrivare al giorno di Natale, o quello della fine dell’anno, in forma diviene una missione molto importante, ma anche potersi concedere qualche leccornia in più potrebbe essere fondamentale.

Oggi vogliamo consigliarvi come perdere tre chili prima del grande evento. Secondo voi sono pochi? Ricordatevi che otterrete degli obiettivi solo ed unicamente se questi saranno realmente raggiungibili, fare una dieta molto stretta potrebbe portarvi solo ad uno spiacevole effetto yoyo e, soprattutto, vi indurrà uno stress mentale e fisico non indifferente.

Per perdere questi chili, dovrete seguire attentamente alcuni suggerimenti che potrebbero fare la differenza. Non vogliamo darvi una precisa tabella alimentare da seguire ad ogni pasto, bensì delle regole fondamentali per dire addio a questi chiletti di troppo.

Ogni giorno potrete consumare cinque pasti. Sono troppi? No, dovrete cercare di non soffrire la fame, visto che in questo caso quasi sicuramente abbonderete durante l’ora di pranzo e di cena. La giornata dovrà iniziare con una leggera colazione in cui è preferibile eliminare il latte normale per sostituirlo con quello parzialmente scremato. In aggiunta potrete anche consumare dei cereali oppure sostituire il tutto con un vasetto di yogurt.

A metà mattina arriverà il momento dello spuntino in cui potrete mangiare un frutto. Durante il pranzo, invece, è consigliato un piatto di pasta (70 grammi) con verdure oppure legumi (solo tre volte a settimana).

Altro spezza-fame di pomeriggio per poi arrivare alla cena. In quest’ultimo pasto potrete mangiare un piatto di minestrone, del petto di pollo oppure del tacchino (sempre carne magra) o, molto consigliato, del pesce.

Eliminate del tutto la frittura e cercate di cucinare bollito oppure al forno. Inoltre, sarà molto importante ricordarsi di bere durante la giornata e, soprattutto, cercare di limitare l’uso del sale. Con questo non vogliamo dire di eliminarlo del tutto, il gusto è importante ed i piatti insipidi potrebbero non incentivarvi a continuare la dieta, ma dovrete cercare di usarne il minimo indispensabile.

Inoltre, vogliamo evidenziare che una dieta deve sempre essere abbinata ad un controllo dal medico, magari proprio uno specialista.

Per approfondimenti

Lascia una Risposta