Dimagrire con la musica classica

Per-dimagrire-meglio-la-musica-classica-che-la-dance

Lo sapete che la musica classica aiuta a dimagrire? A quanto pare muoversi a ritmo di musica scatenata non serve e per dimagrire è meglio la musica classica. Le persone convinte di andare in palestra per muoversi e scatenarsi con musica dance, sbagliano i loro progetti.

Ascoltare Beethoven aumenta la resistenza allo sforzo e riduce la frequenza cardiaca e la pressione del sangue. La conferma di questa notizia arriva dal neuro scienziato inglese Jack Lweis, che negli ultimi mesi ha studiato la correlazione fra musica ed esercizio fisico.

Il suo compito non è stato quello di constatare gli effetti benefici della musica, ma è stato in grado di studiare con attenzione, quali siano i brani da mettere nella playlist del lettore mp3 per ottenere i risultati migliori. Per la fase di riscaldamento il brano migliore da ascoltare è Rock With You di Michal Jackson, quando i battiti della frequenza cardiaca iniziano a salire, si passa alla musica classica, ovvero alla Sinfonia 4 di Beethoven.

Nel momento di massima intensità ecco la Pass Out di Tine Tempah, mentre per la fase calante dell’allentamento ecco Heart of Golf di Jonny Cash. Quindi addio alla musica dance per allenarsi a ritmo serrata, è storia passata.

Attenzione lo studio non è stato casuale e i risultati secondo i quali per dimagrire serve la musica classica, hanno anche una spiegazione scientifica. Nelle palestre secondo il dottor Lewis, la musica classica energica, ma non troppo veloce è l’ideale per aumentare la velocità degli esercizi e la resistenza allo sforzo.

Dopo alcuni test effettuati è stato dimostrato che questo genere musicale è in grado di abbassare il livello di cortisolo, l’ormone dello stress. Preferire l’ascolto di canzoni con valore sentimentale, aiuta a stimolare la corteccia premotoria.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 8 Media: 4.9]