Dieta Naturhouse: come funziona, prodotti, menu settimanale, costi e recensioni

Dal passato riemergono alcuni programmi dimagranti che rischiano di confondere le idee in assenza di informazioni adeguate. È il caso della dieta Naturhouse. Scopriamola meglio!

Le diete di tendenza cavalcano l’onda della tecnologia e delle opinioni rilasciate sui social, ma spesso si ritrovano a fare i conti con le diete evergreen e qualche vecchio metodo dimagrante.

Ne è passato di tempo da quando la dieta Naturhouse si è presentata come l’unione tra dieta iperproteica e ipocalorica, pasti sostitutivi e integratori nel 1973.

I primi centri spagnoli dedicati al programma nutrizionale hanno fatto eco in tutto il mondo e sono stati esportati all’estero dal 1999.

Cos’è la dieta Naturhouse?

La dieta Naturhouse racchiude il suo significato più profondo nel motto aziendale “Perdere peso mangiando bene”.

Sostanzialmente questo programma dietetico punta a un dimagrimento basato su un nuovo stile di vita. L’obiettivo è dimagrire senza grandi sacrifici.

Alla dieta personalizzata vengono associati anche una serie di pasti sostitutivi e/o integratori targati Naturhouse destinati a migliorare la diuresi e/o ad accelerare il metabolismo.

Dieta Naturhouse: Come funziona?

La dieta Naturhouse è un tipo di dieta personalizzata che contempla l’uso di prodotti ad hoc (sostitutivi del pasto e integratori). Quindi il contatto con un centro specializzato è d’obbligo.

Da un lato la dieta personalizzata punta a tarare la quota calorica e gli abbinamenti ideali in base alle abitudini alimentari e lo stile di vita.

Dall’altro lato i pasti sostitutivi e/o gli integratori (es. fiale, capsule, bevande drenanti, barrette e biscotti) contrastano la ritenzione idrica e promuovono il metabolismo. Inoltre i prodotti cosmetici come il peeling corpo e le creme anti-age hanno il compito di rivitalizzare la pelle e ridurre gli inestetismi.

Il metodo Naturhouse promette di far perdere peso, ma ovviamente i risultati dipendono dalla condizione di partenza e dall’impegno profuso.

Prima fase

La prima fase della dieta Naturhouse parte dalla conoscenza delle qualità nutrizionali degli alimenti, della Piramide alimentare e dell’importanza di ogni nutriente (proteine, grassi, fibre e così via).

Dopodiché viene stilata una dieta personalizzata in base alle caratteristiche individuali e all’obiettivo da raggiungere.

Solitamente lo schema alimentare prevede 5 pasti giornalieri caratterizzati da un’alternanza di carne, pesce, formaggi e frutta e verdura.

In questa fase vengono eliminati i carboidrati (pasta, riso, pane, pizza e patate) e diventano off-limits i cibi fritti, i dolci e le bevande alcoliche.

Per quanto riguarda i prodotti, invece, la prima fase del dimagrimento viene accompagnata da prodotti drenanti e detox.

Seconda fase

La seconda fase, detta anche fase mantenimento e attacco, prevede il reintegro graduale dei carboidrati nella dieta.

Si parla di giorni di “attacco” nella misura in cui il giorno dopo aver mangiato cibi ricchi di carboidrati si torna alla prima fase (insomma quella in cui non ci sono carboidrati o zuccheri).

Non esiste uno schema standard della dieta Naturhouse valido per tutti, essendo una dieta personalizzata. Tuttavia alcune linee guida sono costanti.

  • Colazione – Un vasetto di yogurt magro bianco o un frutto di stagione.
  • Spuntino – Un centrifugato di verdure (es. sedano, carote e finocchio).
  • Pranzo – Una porzione di carne bianca e un contorno di verdure lesse condite con un filo di olio EVO.
  • Merenda – Un frutto di stagione o una tisana o un tè senza zucchero.
  • Cena – Un pesce cotto al vapore e un contorno di verdure crude condite con olio extravergine di oliva.

Alle linee guida della prima fase della Naturhouse dieta di esempio segue l’inserimento dei carboidrati della fase di mantenimento e attacco, scegliendo tra cereali, biscotti integrali, pane e pasta integrale.

La dieta Naturhouse funziona? Recensioni e opinioni

Le opinioni di chi ha seguito la dieta Naturhouse sono contrastanti, visto che c’è chi la consiglierebbe a tutti e c’è chi ha desistito a causa del legame con i prodotti della linea e dei controlli con cadenza settimanale.

I sostenitori confermano la perdita di peso e il miglioramento di uno stile di vita che ha ridato loro autostima e forma.

I detrattori puntano il dito contro l’uso di software nell’elaborazione della dieta (rendendola poco personalizzata), l’incapacità di creare un’alimentazione equilibrata in autonomia e la centralità dei prodotti diuretici a dispetto della perdita di peso vera e propria.

Inoltre, considerando l’azione dei prodotti diuretici e l’acido idrossicitrico contenuto negli integratori, la dieta Naturhouse riserva controindicazioni per tutte le persone che soffrono di problemi renali e/o ipertensione.

Anche il costo della dieta Naturhouse non è un fattore trascurabile. Quanto costa fare la dieta da Naturhouse? I prodotti Naturhouse consigliati dal consulente costano 30 euro o più alla settimana.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 1 Media: 5]

Myriam

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, appassionata di regimi alimentari e animata dalla voglia di trovare la ricetta perfetta per uno stile di vita sano.
Tutti i post di Myriam