Dieta Dash: scopriamo di cosa si tratta

La dieta Dash nasce negli Stati Uniti negli anni ’90 e da allora risulta come una delle diete più seguite da chi ricerca un dimagrimento e desidera combattere efficacemente l’ipertensione. La dieta DASH si chiama così perché DASH è l’acronimo di “Dietary Approaches to Stop Hypertension” che tradotto vuol dire letteralmente “Approcci Dietetici per Bloccare l’Ipertensione”. L’ipertensione è, in termini semplici, la pressione alta, ovvero una pressione arteriosa che si propone nella fase diastolica più alta di 90 mmHg e in quella sistolica più alta di 140 mmHg.

zroznicowana-dieta

La dieta Dash si propone di ripristinare e di mantenere i valori normali di pressione arteriosa nei soggetti dove il disturbo deriva da fattori legati all’ambiente e allo stile di vita, mentre può essere intesa come un valido coadiuvante nei casi in cui l’ipertensione deriva da cause genetiche.

Le basi della dieta DASH sono l’attività fisica e l’eliminazione dei fattori di rischio come il sovrappeso, l’alimentazione errata, e le abitudini sbagliate come l’assunzione di bevande alcoliche, di eccitanti e il fumo. La dieta DASH presenta quindi delle regole che ne sintetizzano l’essenza, le quali sono le seguenti:

dieta-dash– Ridurre drasticamente il sodio nella dieta, quindi utilizzare pochissimo sale e sostituirlo con prodotti salubri come i triti di erbe aromatiche e le spezie. La riduzione interessa anche i cibi industriali e confezionati, che contengono moltissimo sale nascosto e gli insaporitori;

– Consumare grandi quantità di frutta e verdura, di stagione ed evitare i preparati come i minestroni già pronti;
– Consumare cereali integrali e legumi;

– Consumare frutta secca oleosa, olio extravergine di oliva e pesce azzurro, cibi che contengono acidi grassi positivi e che proteggono il funzionamento del sistema cardiocircolatorio;

– Introdurre cibi ed integratori a base di magnesio e di potassio;
– Evitare i cibi che contengono sale e grassi idrogenati, i cibi grassi come gli insaccati e i latticini stagionati, gli alimenti conservati e in salamoia;
– Bere almeno 2 litri di acqua oligominerale al giorno.

Di base si tratta di una dieta salutare, che permette di consumare tutti i cibi ma in versione fresca, leggera e mai conservata e di prestare la massima attenzione agli alimenti che favoriscono l’insorgenza dell’ipertensione, quali il sale, i grassi idrogenati e i conservanti. Con la Dieta Dash, il corpo può ricercare tutti i nutrienti necessari per svolgere le sue funzioni vitali al meglio, dare vita ad un dimagrimento ragionato ma soprattutto autoproteggersi dalla pressione alta, grazie all’adozione di uno stile di vita salubre ed equilibrato.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 6 Media: 5]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM