Primavera: dimagrire con l’aceto di mele

Tra diete folli, regimi strampalati e digiuni che propongono di dimagrire in vista alla prova costume, qualcuno si è ricordato che esistono ingredienti naturali che possono aiutare a perdere peso in modo benefico, senza alterare il metabolismo, ma favorendo una disintossicazione naturale e votata al benessere. Stiamo parlando dell’aceto di mele, prodotto semplice da reperire, facile da consumare e che per molti è diventato un oggetto di culto in vista dell’arrivo della bella stagione.

Aceto-di-mele-per-dimagrire2

Ma perché l’aceto di mele fa così bene e aiuta a dimagrire? Le ragioni sono molte e vanno innanzitutto ricercate nella sua forza depurante. L’aceto di mele è, infatti, un toccasana conosciuto dalla notte dei tempi e impiegato per risolvere i problemi derivanti dalla cattiva digestione. Sempre più nutrizionisti sono concordi nell’affermare che i problemi digestivi e legati alla natura della flora batterica sono strettamente connessi con la capacità di perdere peso. L’aceto di mele sviluppa acido acetico in fase di creazione e contiene un pool di sali minerali molto interessanti quali calcio, manganese, fosforo e potassio, nonché vitamine preziose che appartengono al gruppo B, vitamina A, E e C.

Nella pratica, l’aceto di mele aiuta a ridurre il livello di glucosio nel sangue e quindi contrasta l’accumulo di adipe nell’organismo e al contempo lavora come forte antiossidante e depura l’organismo, favorendo la digestione e la diuresi. Si tratta di una bevanda portentosa che, a conti, fatti accelera il metabolismo e quindi aiuta chi sta cercando di perdere peso in modo super naturale.

Come si assume l’aceto di mele? I nutrizionisti sono concordi nell’affermare che un cucchiaino di aceto di mele assunto almeno dieci minuti prima dei pasti principali è un toccasana nella regolazione dei nutrienti, nonché un metodo semplice per perdere peso in quanto il metabolismo si attiva aiutando a perdere peso e anche a non avvertire il senso di appetito.

Può, un rimedio così semplice, sostituire mille diete tanto elaborate? La risposta può essere positiva, ma non bisogna mai dimenticare he l’aceto di mele deve essere letto come un coadiuvante di una dieta sana, povera di grassi e di zuccheri raffinati e votata alla depurazione. L’alimentazione chiede quindi di essere leggera e di annoverare le classiche cinque porzioni di vegetali durante il giorno. Il tutto deve legarsi ad una costante attività fisica e alla pratica di non assumere cibi troppo calorici e ricchi di grassi. Solo in questo modo l’aceto di mele aiuta a dimagrire e si propone come una fonte di nutrenti economica ma decisamente efficace, ovvero come un ottimo alleato in previsione della prossima prova costume.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 20 Media: 4.8]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM