Home Dieta e Salute Cibi afrodisiaci nella dieta: fanno bene all’organismo

Cibi afrodisiaci nella dieta: fanno bene all’organismo

I-cibi-afrodisiaci-non-stimolano-la-sessualità-ma-fanno-bene1

Il giorno di San Valentino è ormai arrivato e magari state pensando alla possibilità di preparare una cena romantica a lume di candela, preparando qualche piatto afrodisiaco? Se il vostro intento è quello di aumentare la voglia di fare l’amore, potreste essere delusi.

Infatti, i cibi afrodisiaci non stimolano la sessualità ma fanno sicuramente bene alla salute e al palato. In molte situazioni i cibi afrodisiaci stimola l’appetito, sono utili a livello nutrizionale ma non aiutano a livello sessuale.

La notizia ovviamente stravolte un mito e arriva direttamente dalla dottoresse Linda Yarrow, professoressa di Nutrizione Umana all’university College of Human Ecology dell’Università del Kanasas. L’esperta ha avuto la possibilità di fare il punto della situazione, analizzando alcuni cibi che sono da sempre considerati afrodisiaci.

Secondo i dati raccolti dalla dottoressa, questi alimento sono basati su un effetto placebo che sui risultati confermati dalla scienza.

I cibi afrodisiaci sono alleati dell’organismo

La conferma di questa notizia viene ribadita anche da parte della Food And Drug Administration, l’ente governativo americano che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, prono ta sostenere che non esiste alcun tipo di riscontro scientifico trai cibi afrodisiaci e il sesso.

Quindi se volete preparare una cena romantica di questo tipo, assicuratevi di scegliere gli ingredienti giusti per il benessere del vostro organismo.

Quali sono i cibi afrodisiaci che fanno bene ?

Secondo l’esperta tra i cibi afrodisiaci che fanno bene alla salute troviamo:

Cioccolato

– Cacao che fa bene alla salute del cuore ed all’apparato cardiovascolare ( grazie alle innumerevoli proprietà antiossidanti.)

– Ostriche, considerate un’ottima fonte di minerali come zinco, ferro e calcio ma che possono prevenire l’anemia ma non stimolano di certo la sessualità.

– Uova- ottima fonte di proteine animali, vitamina B12 e colina, essenziale per lo sviluppo del cervello e per le funzioni di apprendimento e memoria.

– Banane- alimento ricco di potassio che riduce il rischio di malattie cardiache e tiene a bada la pressione

– Mandorle- hanno un elevato contenuto di vitamina E, antiossidanti e riducono il rischio di cancro.

– Avocado- fonte di fibre, potassio, vitamine E e acido folici.
– Fichi- utilissimi per la salute di ossa e denti, sono in grado di fornire fibre e riducono il rischio di alcuni tumori (peccato che abbiamo un forte potere lassativo e vanno usati con moderazione).

I benefici inclusi in questi alimenti sono molteplici ma la dottoressa Yarrow ci tiene a precisare ancora una volta, che non hanno nulla a che vedere con l’appetito sessuale. Con questa notizia è quindi obbligatorio sfatare un mito che deluderà milioni di persone. A chi avesse già provveduto all’acquisto di qualcuno di questi cibi afrodisiaci, che così non sono, alla luce delle nuove rivelazioni, non rimane che dare un suggerimento, molto prezioso:

Iniziate a preparare una cena romantica comunque, metteteci l’amore e pensate che gli alimenti che avete acquistato sicuramente vi aiuteranno a vivere meglio grazie alle innumerevoli quantità di elementi a favore dell’organismo.

Finalmente viene proposto uno studio medico interessante e indicativo per la cura di diverse patologie, peccato che l’appetito sessuale debba essere stimolato da altri fattori e non dai cibi afrodisiaci.

Siete pronti a organizzare la vostra cena romantica senza alcun tipo di pensiero negativo sui cibi afrodisiaci? Il giorno di San Valentino sarà bello comunque, basta analizzare i vantaggi e le proprietà integrate nella maggior parte di alimenti.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 8 Media: 5]