Dalle alghe alla verbana, per fatica e stress (1° parte)

Se si è stressati e affaticati, prima di ricorrere alla medicina, la natura ci può venire in aiuto. Essa ci offre tante piante con proprietà rilassanti, tonificanti, persino euforizzanti. Alcune sono alimenti veri e propri, come frutta, verdura o semi; altre sono erbe officinali, da usare per insaporire, condire o per preparare delle tisane; altre ancora si presentano sotto forma di estratto, negli integratori alimentari. Ecco una breve carellata di suggerimenti:
alghe marine: il contenuto in iodio favorisce la funzione tiroidea e può quindi essere utile nel superare fatica cronica ed esaurimento.

Ananas: ricca di triptofano, è calmante e rilassante.

Angelica: nelle tisane o nelle torte dà un piacevole aroma; calma i nervi, migliora il sonno persino in caso di ansia.

Aneto: calma e favorisce il sonno. Piacevole nelle salse e nelle insalate.

Anice: l’anetolo e il metilcavicolo hanno un’azione calmante, rilassante e antidolorifica. Da consumare in tisane, insalate, con il cavolo, nel pane e nei biscotti speziati, specie la sera.

Avena: comoda da assumere sotto forma di fiocchi. Tonifica, stimola, è di aiuto in caso di affaticamento, esaurimento, difficoltà a concentrarsi. Favorisce la circolazione sanguigna.

Banana: ricca di serotonina, rilassa e può favorire il pensiero profondo, ma assunta in eccesso può dare sonnolenza.

Basilico: utile in caso di stress e affaticamento e per combattere i crampi. Favorisce la concentrazione.

Borragine: l’olio dei semi è molto ricco di acido gamma linolenico. Favorisce la concentrazione e la resistenza, durante gli sforzi mentali, stimola e svolge un’azione antidepressiva.

Camomilla: la classica tisana calmante contro il nervosismo e per favorire il sonno, ma anche per aiutare la digestione. Il suo consumo continuo, però, può provocare insonnia e nausea.

Cavoli: i vari tipi, se assunti regolarmente e in quantità consistente, rallentano l’attività tiroidea, quindi sono utili in caso di nervosismo, agitazione e altri sintomi di ipertiroidismo (limitatene il consumo in caso di ipotiroidismo).

Chiodi di garofano: azione leggermente rilassante, antidolorifica, anticrampo, utile in caso di affaticamento, apatia e mal di testa.

Damiana: dalle foglie della pianta si ricava un cardiotonico che stimola e rinforza anche il sistema nervoso; è utile in caso di esaurimento fisico e mentale.

Eleuterococco: la radice è ricca di glucosidi, esercita un’azione stimolante sul sistema nervoso centrale. Combatte l’affaticamento, rafforza concentrazione e resistenza specie nelle situazioni di stress.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 9 Media: 5]