L’asparago: il purificatore naturale

L’asparago può designare sia l’intera pianta che i germogli. Al genere sono ascritte 240 specie, tra cui la officinalis. E’ una pianta erbacea perenne della famiglia delle Liliaceae, con un rizoma che cresce sotto terra; le foglie sono molto piccole, come anche i fiori, di colore bianco o giallino. Il frutto è una bacca rosso scuro. Gli asparagi contengono aminoacidi come l’asparagina o l’arginina; rutina, acido folico, manganese, fosforo, vitamine A, B e C, calcio, magnesio e potassio.

Agisce con i seguenti effetti; diuretico: stimolano l’eliminazione delle sostanze di rifiuto, provocano un notevole aumento della produzione di urina (dal caratteristico odore). Riducono il rischio di calcoli ai reni e alla vescica. Il suo consumo è utile quando si vuole stimolare l’attività renale, specialmente nel caso di edemi (ritenzione di liquidi) e obesità (poveri di calorie). Depurativo: le cure di asparagi hanno dato buoni risultati in caso di eczemi cronici, perchà© favoriscono la purificazione della pelle. La radice contiene anche saponina, alcuni zuccheri e stesso effetto diuretico dei germogli.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 15 Media: 5]