Crusca: per eliminare il peso di troppo

Vi piacerebbe perdere i chili di troppo ma non sapete come fare e soprattutto non trovate una dieta che faccia al caso vostro? Andare in sovrappeso è molto facile, soprattutto durante i periodi invernali in cui si sta in casa e si mangia molto di più.

Il peso in più è originato anche da un consumo ridotto di fibre, per questo motivo, per ricorrere subito ai ripari è necessario integrare nella vostra alimentazione la crusca. Questo alimento vi aiuterà a eliminare i chili di troppo e soprattutto aiuterà il vostro intestino ad assorbire meno lipidi e calorie.

Il sovrappeso è il nemico numero uno delle persone che mangiano poca frutta e verdura, pane in abbondanza, pasta, dolci e cereali non integrali. In questo modo non aiuterete il vostro intestino ad avere lo stimolo per poter funzionare in maniera regolare.

A questo punto che cosa succede all’interno dell’organismo? Le sostanze di scarto tendono a rimanere ferme e creano uno stato infiammatorio che con il passare del tempo può frenare il metabolismo. La crusca è ricoperta da un sottile tegumento che ricopre i semi dei cereali, la crusca di frumento contiene il 40-50% di fibre e magnesio oltre a numerose vitamine del gruppo B.

Esistono diverse tipologie di crusca, ma tutte sono valide per combattere il sovrappeso. Infatti, riescono a favorire una maggiore sazietà, assorbe l’acqua in abbondanza e all’interno del tubo digerente viene creata una specie di pellicola che limita l’assorbimento di zuccheri, grassi e calorie.

Le proprietà della crusca sono molteplici:

  • Aiuta ad abbassare il colesterolo
  • Previene i picchi glicemici
  • Riduce i livelli di zuccheri che circolano nel sangue

Per questo motivo l’assunzione della crusca è consigliata anche a tutte le persone che soffrono di diabete. I vari tipi di crusca:

  • Frumento ( contenuto di fibre pari al 50%)
  • Avena ( 15/20%)
  • Orzo ( 5%)
  • Riso (20/30%)

In caso di problemi di stipsi, la crusca di frumento è quella più consigliata, infatti è maggiormente ricca di fibre insolubili che sono in grado di rigonfiarsi fino ad assorbire acqua in eccesso.

La crusca di avena è uno scarto della raffinazione dell’AVENA, un cereale coltivato da secoli. La crusca di tutti i cereali contiene maggiori porzioni di fibra alimentare e proteine. Inoltre ha un potenziale calorico del 20% superiore a quello del frumento.

La crusca di orzo è ricca di Sali minerali, carboidrati, ferro, potassio e magnesio. Da favorire in caso d’infiammazione all’apparato gastro intestinale e urinario, visto che aiuta ad alleviare il fastidio grastico, rilassando le pareti intestinali.

Inoltre grazie alla presenza elevata di fibre, la crusca di orzo si rivela un ottimo regolatore della funzionalità intestinale, particolarmente indicato nelle persone che hanno l’intestino pigro. L’estratto d’orzo viene sfruttato anche per preparare caramelle contro il mal di gola: non a caso, una delle proprietà più importanti di questo cereale è proprio quella di alleviare le infiammazioni del cavo orale.

Infine la crusca di riso ha degli innumerevoli vantaggi, visto che permette di ridurre la perdita ossea, prevenendo l’osteoporosi. Secondo uno studio condotto da scienziati biomedici dell’Università di Leicester, la crusca di riso aiuterebbe addirittura a ridurre il rischio di cancro intestinale.

Per approfondimenti: Crusca d’Avena per una dieta di qualità

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 5 Media: 4]