Magra e in forma con il cachi

l43-cachi-influenza-111031132848_big-640x300

 

Il cachi è un frutto veramente magico, ricco di proprietà uniche utili per l’organismo e soprattutto indicate per chi vuole seguire un particolare regime alimentare. Il cachi, detto anche kaki, proviene da una particolare pianta di origine orientale molto antica e diffusa soprattuto in Giappone e in Cina. In questi paesi portatori di una cultura millenaria l’albero del cachi è definito come l’albero dalle sette virtù, la prima virtù è quella della lunga vita, la seconda della grande ombra, la terza è la mancanza di nidi fra i suoi rami, la quarta è la mancanza di tarli, la quinta sottolinea che si può giocare con le sue foglie indurite dal ghiaccio, la settima invece afferma che esse forniscono un bel fuoco e un ottimo concime per la terra.

Grazie al suo ottimo sapore delicato e molto particolare il cachi è stato spesso definito come il “cibo degli dei” il suo nome antico è quello di “caco” e deriva dal nome giapponese, “kaki no ki”. Per via della sua origine e del suo utilizzo in Cina il cachi venne anche  chiamato “Mela d’Oriente” si diffuse poi anche in Giappone dove ancora oggi è uno degli alimenti più consumati dalle popolazioni nipponiche.

In Italia il cachi iniziò ad essere coltivato già a partire dalla fine del XVIII secolo, l’albero di cachi è molto bello e anche utilizzato per adornare i giardini, l’albero di cachi infatti può raggiunere un altezza fino a dieci metri con grandi foglie caduche e un frutto succoso. Il cachi ha una forma rotondeggiante e presenta una buccia fine, gialla o arancione, la polpa è molto morbida e succosa e si presenta quasi liquida quando il frutto raggiunge la piena maturazione. Quando è acerbo il frutto si presenta particolarmente ricco di tannino e questa sostanza conferisce al cachi un sapore fortemente astringente. Quando ha raggiunto la maturazione invece, diminuisce la quantità di tannino e aumentano gli zuccheri, conferendo al cachi un sapore dolcissimo. I nutrizionisti sono tutti concordi nell’affermare che il cachi contiene una straordinaria quantità di proteine, di vitamina A, vitamina C e di potassio utili per il benessere dell’organismo.

 

 

 

Le proprietà del cachi

Il nome scientifico del cachi è Diospyros kaki e il suo albero appartiene alla famiglia delle Ebenacee, questo frutto è composto principalmente da zuccheri semplici che vengono assorbiti immediatamente dall’organismo e conferiscono alla polpa 2quel sapore dolciastro e intenso. Troviamo poi anche i sali minerali, come il potassio che è fondamentale per la regolarizzazione del pH sanguigno, ma anche della pressione arteriosa e Cachidell’attività muscolare, troviamo poi anche il calcio, fondamentale per la salute delle ossa soprattutto nelle donne dopo la menopausa. Il cachi è ricco anche di fosforo, una sostanza necessaria per le ossa al pari del calcio.

Fra i frutti autunnali il cachi è quello che si presenta più ricco di vitamina A, ma soprattutto di betacarotene, che  quando viene introdotto nell’organismo viene attivato e convertito in vitamina A, fondamentale per l’organismo in quanto protegge la pelle e le mucose. Anche la quantità di vitamina C è superiore a qualsiasi altro frutto e si presenta anche una quantità maggiore di fibra alimentare e di tannini.

I tannini  invece si trovano in gran quantità  maggiormente quando il frutto non è completamente maturo, per questo motivo occorre consumare il cachi quando la polpa è ancora ben soda. Grazie a ciò si potrà sfruttare il potere astringente dei tannini e del cachi. Quando invece il cachi ha raggiunto la piena maturazione, la polpa è di consistenza gelatinosa, la quantità di tannini è inferiore è si ottiene un effetto lievemente lassativo.

Inoltre il cachi è ottimo per combattere le astenie che sono causate da un cattivo funzionamento del fegato grazie alla presenza di preziose sostanze che si trovano nella polpa dei cachi, come i tannini, il potassio e il calcio. Inoltre, i cachi è indicato anche per le persone che sono a dieta possiedono un potere diuretico che pemette all’organismo di liberare il corpo dai liquidi in eccesso.

 

 

 

Curarsi con il cachi

Per aiutare il funzionamento del fegato grazie al potere dei cachi consuma uno di questi frutti una volta al giorno dopo il pranzo oppure come merenda a metà pomeriggio. Per combattere la ritenzione idrica invece mangia il cachi a colazione nella mattina, quando l’organismo è più ricettivo. Se non vi piace molto la viscosità del cachi e il sapore della sua polpa, ma non volete rinunciare alle sue proprietà curative passate il frutto sbucciato nel passaverdura e conditelo con succo di limone, condite con un cucchiaio di zucchero, lasciate riposare in frigo e consumate dopo qualche ora.

Anche la stitichezza può essere curata con il cachi, che deve essere consumato a colazione e deve essere molto maturo, senza buccia nè semi. In questo modo le proprietà del cachi favoriranno un miglioramento del vostro transito intestinale.  Se invece il vostro problema è la colite a colazione consumate un cachi un po’ acerbo, grazie al tannino la polpa avrà un forte potere astringente.

 

 

 

 

Ricette di bellezza a base di cachi

Le proprietà del cachi possono essere sfruttate anche per curare la bellezza. Il cachi può essere utilizzato ad esempio per creare una maschera facciale infatti, la polpa del cachi contiene una notevole quantità di betacarotene è in grado di rendere la pelle del viso più luminosa, giovane e priva di imperfezioni. Per preparare una maschera a base di cachi schiaccia la polpa matura di un cachi dopo di che aggiungi due cucchiai di miele e due cucchiai di cacao infine spalmate il composto ottenuto sul viso. Lascia in posa la maschera a base di cachi  per circa 15 minuti dopoo di che rimuovila con acqua tiepida. Infatti il cachi ha un potente potere antiossidante e la sua azione, mescolata a quella del cacao  ha il potere di minimizzare le rughette di espressione, il miele invece nutre in profondità la pelle.

Un’altra maschera può essere preparata mescolando 1 tuorlo d’uovo, con un cachi schiacciato, stendete poi il composto con un pennello da fondotinta, lasciate agire per 20 minuti e infine risciaquate con acqua fresca abbondante. Questa maschera ha un potere tonificante e rassodante.

 

 

 

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 96 Media: 2.9]