Home Diete Dieta chetogenica: cos’è, come funziona e schema menu 21 giorni

Dieta chetogenica: cos’è, come funziona e schema menu 21 giorni

Sono molti i nutrizionisti che consigliano ai propri pazienti di dimagrire grazie alla dieta chetogenica. Il significato, però, resta ancora un mistero per molti! Scopriamone di più! Secondo alcuni dottori si tratta di una procedura che può essere molto semplice, ma ovviamente le controindicazioni sono sempre dietro l’angolo. Molti non sanno che dietro alla dieta chetogenica c’è anche la dieta del sondino, che consente di introdurre alcune sostanze proteiche direttamente nello stomaco. Ovviamente la dieta chetogenica non utilizza questo strumento ma ovviamente dovrete prepararvi a seguire un’alimentazione proteica al 100% che vi permetterà di mantenere costanti i livelli di insulina, evitando gli accumuli di grasso.

Dieta chetogenica senza sondino: Cos’è?

Chi si interessa a questo tipo di alimentazione tende a chiedersi con la dieta chetogenica cosa si può mangiare e quanto bisogna portarla avanti. Prima di tutto desideriamo ricordarvi che la dieta chetogenica è basata su un’alimentazione ricca di proteine e lipidi, con carboidrati nulli e che può aiutare a prevenire gli accumuli di grasso.  Solitamente i body builder sfruttano la dieta chetogenica e come funziona per sviluppare al meglio i muscoli. Questa soluzione è possibile visto che l’alimentazione si basa sulla diminuzione dei livelli di glucosio nel corpo, di conseguenza l’organismo sarà costretto a prendere energia da proteine e lipidi. La dieta chetogenica viene utilizzato spesso per il trattamento dell’epilessia nei bambini e pare che uno stato di chetosi, indotto da questo regime alimentare, aiuti a ridurre gli attacchi. Desideriamo anche ricordare che la dieta chetogenica può arrivare a far male al corpo. Infatti, a causa dell’elevato apporto di grassi e proteine può causare problemi di uremia e chetosi. Molti medici si sono espressi sulla dieta chetogenica con opinioni sicuramente negative, nonostante chi ha dichiarato di aver seguito la dieta chetogenica per perdere 30 Kg.

Come capire di essere in chetosi?

La chetogenesi è la strada che porta alla formazione dei corpi chetonici e spinge il corpo a fare leva su proteine e grasso per avere una scorta energetica. Ma come si fa a capire se si è in chetosi? Ci sono sintomi precisi? Innanzitutto lo stato di chetosi può essere accertato da un test specifico dell’urina o dall’analisi dell’alito. In ogni caso il corpo rimanda alcuni segnali chiari che ci fanno capire che ci avvertono della situazione. Tra i sintomi della chetosi più frequenti ci sono la sensazione di sete continua, un aumento della diuresi, un odore di alito e sudore tendente all’acido, un’inappetenza e un senso di spossatezza.

Esempio dieta chetogenica: Menu giornaliero

Cosa si può mangiare con la dieta chetogenica? Per farvi un esempio chiaro della dieta chetogenica, il menu settimanale deve strizzare l’occhio ad alcuni alimenti:
  • Cosa mangiare a colazione con la dieta chetogenica? A colazione uova o formaggio.
  • A pranzo un trancio di salmone alla griglia con la rucola e l’olio e limone.
  • A metà pomeriggio fiocchi di latte e per cena pollo alla griglia con zucchine.
Ovviamente esiste anche una variante per le persone che sono vegetariane, in questo caso lo schema della dieta chetogenica potrà essere impostato in maniera diversa, andando a sostituire la carne con altri alimenti come: – Broccoli – Fiocchi di avena – Ricotta – Albumi – Spinaci – Olio di oliva – Frutta secca – Proteine in polvere – Ferro – Vitamina C

Dieta chetogenica: Alimenti vietati

Come abbiamo detto, è necessario bandire i carboidrati per seguire la dieta chetogenica e ottenere risultati. In particolare nei primi giorni alcune versioni consigliano di eliminare completamente questo tipo di alimenti. Poi si introducono circa 50 g al giorno di carboidrati, che si traducono in una singola piccola porzione di pasta o di riso, per dare un’idea verosimile. Anche l’alcool è vietato, così come i dolci, di qualsiasi genere. Chi ama consumare alimenti dolci può sbizzarrirsi con la frutta, approfittando ora dei prodotti estivi, come ad esempio pesche e albicocche.

Vantaggi e svantaggi

Uno dei vantaggi della dieta chetogenica sta nella possibilità di resettare il nostro organismo, portandolo a bruciare più calorie ogni giorno. Funziona particolarmente bene con coloro che hanno provato molte altre diete nel corso del tempo, subendo il cosiddetto effetto yo-yo. Si tratta di un processo per il quale si perde peso durante la dieta ma lo si riacquista rapidamente al termine della stessa, in molti casi con anche un sovrappiù significativo. Purtroppo esistono anche degli svantaggi in questo tipo di alimentazione, soprattutto se seguita a lungo e senza controllo medico. Nonostante le foto di chi ha seguito la dieta chetogenica (prima e dopo), infatti, c’è il rischio di sovraccaricare fegato e reni con possibili danni agli stessi. Il consiglio è sempre lo stesso: prima di seguire una dieta chiediamo consiglio al medico di famiglia, o anche a un dietologo. Nel caso in cui si desideri perdere solo qualche chilo, poniamo 2-3, prima di andare al mare, allora si può seguire questa dieta per 10-15 giorni.

Esempio dieta chetogenica dei 21 giorni: Schema alimentare

Gli alimenti previsti dalla dieta chetogenica esempio del menu giornaliero possono essere visti in un’ottica più ampia di una settimana da seguire per tre settimane. Ma quali sono le ricette previste dalla dieta chetogenica per non sbagliare? Non ci resta che dare uno sguardo a questo esempio di dieta chetogenica. Lunedì
  • Colazione – 2 uova con verdure saltate nel burro.
  • Pranzo – Un hamburger con formaggio e broccoli o fagiolini.
  • Cena – Un paio di braciole di maiale con fagiolini.
Martedì
  • Colazione – Una frittata di funghi.
  • Pranzo – Un’insalata con tonno e fagiolini.
  • Cena – Due cosce di pollo arrosto e contorno di broccoli.
Mercoledì
  • Colazione – Un peperone con formaggio e uova.
  • Pranzo – Un piatto di rucola con tacchino, uova e formaggio.
  • Cena – Un trancio di salmone alla griglia con spinaci.
Giovedì
  • Colazione – Uno yogurt magro.
  • Pranzo – Una bistecca con contorno di cavolfiore.
  • Cena – Una bistecca con broccoli per contorno.
Venerdì
  • Colazione- Due uova e avocado. Pranzo – Un’insalata con pollo e avocado.
  • Cena – Due braciole di maiale con verdure.
Sabato
  • Colazione – Due fette di formaggio con cavolfiore e avocado.
  • Pranzo – Un hamburger di salmone con pesto.
  • Cena – Polpette di carne con zucchine e formaggio.
Domenica
  • Colazione – Latte di cocco con cocco e noci.
  • Pranzo – Un’insalata con tacchino, uova sode e  formaggio.
  • Cena – Un piatto di pollo al curry.

Dieta chetogenica: Controindicazioni

Dopo aver capito come sviluppa la dieta chetogenica dei 21 giorni e il suo menu, diventa più chiara la posizione dei detrattori. Si sente parlare spesso di dieta chetogenica dei 7 giorni o dieta chetogenica dei 30 giorni, ma i nutrizionisti ci tengono a precisare che questa tecnica dovrebbe essere vista come un protocollo nutrizionale anziché una, soprattutto se il paziente ha bisogno del sondino. Sostanzialmente il protocollo della dieta chetogenica, dopo dieci giorni, rende necessario seguire un percorso nutrizionale ben preciso. La dieta chetogenica e le sue ricette sono considerate pericolose perché per molte persone rappresentano una moda. In America le spose la utilizzano per perdere moltissimi chili in vista del matrimonio. Quindi è sicuramente un regime alimentare che funziona ma come potete intuire, mette a rischio la vostra salute. La formula chetogenica è una dieta che funziona nell’immediato ma che sottopone il corpo a uno stress continuo e non salutistico. Quindi prendete questo consiglio prima di iniziare una dieta chetogenica gratis e parlate con il vostro nutrizionista che sicuramente vi aiuterà a trovare la soluzione adatta a voi. Se dovete semplicemente perdere perso, probabilmente il dottore che vi conosce e che vi segue, vi consiglierà di seguire altri regimi alimentari prima di arrivare alla dieta chetogenica. In ambito terapeutico, invece, il menu della dieta chetogenica è consigliato ai bambini di età inferiore ai 10 anni sofferenti di forme epilettiche non completamente controllate dalla terapia farmacologica. L’instaurarsi di uno stato di chetosi è, infatti, correlato a una riduzione dell’incidenza degli attacchi epilettici.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 13 Media: 4.7]