Dimagrisci mangiando la pasta: ecco come!

mangiare-pasta

 

Solitamente nelle diete dimagranti la pasta viene demonizzata, i regimi alimentari tendono ad eliminarla per aiutare a perdere più peso mentre le porzioni consentite sono piccolissime e condite in modo semplice. In realtà la pasta è un alimento che soprattutto noi italiani amiamo moltissimo, ne esistono talmente tante varietà e tanti tipi di condimenti, è così semplice da preparare e al tempo stesso così gustosa, che è impossibile annoiarsi mangiando pasta. Nel tempo però questo alimento è stato sempre più associato all’ingrassamento e alle calorie difficili da smaltire, in realtà invece anche la pasta è fondamentale per mantenere l’organismo in forma e seguire una dieta equilibrata con il gisuto apporto di calorie. In realtà infatti non è vero che la pasta fa ingrassare, di per se questo alimento è assolutamente magro, in realtà il calcolo delle sue calorie dipende da alcuni fattori ossia gli alimenti a cui è associata, il tempo di cottura, il tipo di pasta e il condimento usato.

Basti pensare che ad esempio la classica pasta in bianco non è assolutamente più magra rispetto ad una bella pasta con sugo di pomodoro e basilico perchè essendo la pasta formata da zuccheri, potrebbe avere un maggiore assorbimento di questi ultimi se sprovvista di condimento con un conseguente rialzo della glicemia. Gli zuccheri immessi nell’organismo infine si trasformano in grassi, al contrario con il giusto condimento l’assorbimento dei carboidrati diventa più lento.

Se volete dimagrire dunque non è assolutamente necessario rinunciare alla pasta, anzi, un buon paitto di pasta, condito nel modo giusto, può aiutare a saziare e si può inserire al meglio in un regime ipocalorico. L’ideale in questo caso sarebbe la pasta di semola di grano duro scolata ben al dente poichè una pasta con poca cottura possiede un indice glicemico più basso rispetto a quello della pasta ben cotta oppure nel peggiore dei casi scotta. Una pasta cotta al dente infatti aiuta la digestione, permette di sentirsi più sazi e fa assorbire meno i carboidrati riducendo le calorie assunte aiutando a dimagrire nel modo giusto e soprattutto nei punti giusti.

 

Per dimagrire meglio mangia la pasta a cena

Recenti studi hanno dimostrato che se si vuole dimagrire in modo efficace e velocemente mangiando pasta l’ideale è consumare i carboidrati a cena.  Le ricerche scientifiche portate avanti dagli studiosi dell’Università di Gerusalemme hanno dimostrato che i carboidrati potrebbero determinare nel nostro organismo degli effetti molto diversi a seconda dell’ora in cui vengono assunti. La ricera in questione ha coinvolto ben due gruppi di persone, affette dal problema dell’obesità e che seguivano lo stesso regime alimentare. Uno dei due gruppi però mangiava la pasta, il riso, il pane o altri cibi ricchi di carboidrati soprattutto nelle ore serali dopo le sei di pomeriggio o a cena. Alla fine della ricerca, durata ben sei mesi è stato riscontrato che nei soggetti che consumavano i carboidrati di sera si era verificata una notevole riduzione del peso corporeo, ma anche della circonferenza addominale e della massa grassa.

Ma c’è anche dell’altro, i soggetti che assumevano carboidrati a cena hanno rivelanto anche migliori livelli di colesterolo e di glucosio nel sangue e inoltre durante la dieta manifestavano una fame molto minore rispetto al secondo gruppo. Questo studio dunque ha sfatato il mito della pasta che fa ingrassare ed ha dimostrato che tutti dipende dal momento in cui l’assumiamo nell’organismo. Gli studi che dovrebbero spiegare il perchè sono ancora in atto, ma secondo i primi rilievi sarebbe tutto dovuto ad una modificazione del processo di secrezione di due ormoni, la leptina e l’adiponectina. Questo processo viene modificato proprio per via del consumo serale di carboidrati. Per eliminare la pancetta e dimagrire in modo sano dunque largo spazio alla pasta ovviamente consumata la sera e nelle dosi consigliate senza esagerare e senza strafare con i condimenti.

 

Dieta della pasta – 1200 calorie al giorno

mangiare-spaghettiLa colazione di tutti i giorni
Caffè, tè verde o orzo, 6 biscotti secchi o 4 fatte biscottate con marmellata; uno yogurt magro alla frutta

Lo spuntino di metà pomeriggio tutti i giorni
Un frutto o uno yogurt magro alla frutta o un tè verde con due biscotti secchi o un pacchetto di cracker

LUNEDI’
Pranzo: 100 g di paccheri di Gragnano con pomodori e basilico; radicchio ai ferri
Cena: spezzatino di vitello (200 g) cotto al vino rosso; bietole all’agro

MARTEDI’
Pranzo: 100 g di spaghetti con le vongole; insalata verde
Cena: spigola (250 g) al cartoccio (rosmarino, salvia, prezzemolo, ecc); insalata di carote, prezzemolo, basilica e limone

MERCOLEDI’
Pranzo: 100 g di riso con i piselli; asparagi lessati
Cena: petto di tacchino (250 g) condito con un po’ di limone; finocchio al forno

GIOVEDI’
Pranzo: 100 g di tortellini con una spolverata di tartufo; melanzana ai ferri
Cena: scamorza (200g) ai ferri; insalata di pomodori

VENERDI’
Pranzo: 100 g di tagliatelle al limone; rape rosse con aceto
Cena: filetti di triglia (250 g) al vino bianco; melanzane arrosto

SABATO
Pranzo: 100 g di maiale magro, fettine di zucca grigliata
Cena: una pizza margherita al piatto; spinaci all’agro

DOMENICA
Pranzo: un piattino di ravioli al pomodoro; fagiolini all’agro
Cena: costolette di agnello (200 g) al forno; patate (200 g al forno)

 

 

 

 

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 13 Media: 5]