Dieta Chenot: come funziona la disintossicazione dei 3 giorni, menu e opinioni

La dieta Chenot è una dieta ideata da Henri Chenot un medico catalano che creò questo regime alimentare grazie al suo studio dei principi orientali e l’idea di curare il corpo e la mente grazie al cibo. Scopriamola meglio!5-2

Henry Chenot è un medico spagnolo di nascita ma francese di adozione che ha sempre lavorato con la medicina cinese, con la fitoterapia e con l’agopuntura. Dal suo approccio olistico è nato un regime alimentare decisamente alternativo, che tiene conto della complessità dell’individuo, ovvero dei suoi bisogni fisici, psicologici, dei sapori che preferisce e del ‘terreno’ con il quale è composto il suo organismo.

L’idea dietro la dieta Chenot

Henri Chenot per la sua dieta si è ispirato a discipline antiche come il taoismo e ad altre filosofie orientali, ma anche la sua esperienza personale che lo ha portato a studiare e ad entrare in contatto con altre discipline come la psicologia, l’antropologia, la medicina cinese, la fitoterapia, la talassoterapia, la cromoterapia e l’aromaterapia. Spagnolo, ma francese d’adozione nel 1980, Henri Chenot si trasferì in Alto Adige e creò diversi centri di recupero del benessere psico-fisico ispirati alle sue teorie ossia lo “Spazio Henri Chenot – Centro Cura” a Solda e successivamente “L’Espace Henri Chenot Centro Cura” di Merano. Il dottore pubblicò anche un libro in cui sintetizzava il suo pensiero sull’alimentazione ossia La dieta energetica.

In questo periodo Henri Chenot chiamò la sua teoria biontologia, ossia la scienza dello studio della vita attraverso la quale il medico studia i cambiamenti indotti dal passare del tempo sull’organismo umano. Secondo Chenot l’aumento di peso sarebbe provocato da uno squilibrio esistente tra mente e corpo dovuto ad un accumulo di tossine all’interno dell’organismo.

Chenot individua inizialmente il ‘terreno’ del paziente, che si divide in alcalino ossidante, alcalino riduttore, acido ossidante, acido riduttore. Si tratta di una misurazione che interessa il livello di acidità dell’organismo, in base al quale la dieta deve comporsi per compensare lo stato e quindi funzionare. Al contempo Chenot individua nove zone del viso che sono sintomatiche del buon funzionamento degli organi interni del corpo. Ad esempio, chi presenta rossori nel viso, in particolare sulla fronte e soffre di cistiti, infiammazioni o gas intestinali deve seguire una dieta depurante del colon, l’organo interno direttamente connesso e quindi viene invitato ad eliminare gli alimenti raffinati a favore di cibi naturali e purificanti come la frutta e la verdura.

Come funziona la dieta Chenot

Le regole principali della Chenot dieta sono semplici, ma molto rigide: si deve mangiare la frutta sempre e solo prima dei pasti, inoltre è sconsigliato bere durante i pasti. L’acqua inoltre va bevuta dopo averla bollita in un pentolino con un’aggiunta di succo di limone. Durante i pasti è preferibile consumare piatti unici, dividendo i glucidi dalle proteine, consigliati invece tantissimi centrifugati di verdura e frutta fresca.

Fra i cibi proibiti troviamo i grassi animali, la selvaggina, la carne di maiale, i formaggi stagionati, il tè, il caffè e gli alcolici. Per 4 giorni all’anno è necessario operare una disintossicazione totale del corpo con il totale digiuno. La dieta prevede un ampio consumo di frutta e verdura, con poche aggiunte di proteine di latte e yogurt e pochi cereali. La dieta Chenot assicura in una settimana una perdita di peso che va dai due ai cinque kg in questo breve lasso di tempo.

Ma c’è di più, perché l’obiettivo principale e anche molto ambizioso delle teorie della biontologia, è quello di permettere alle persone che decidono di seguire questo regime alimentare, il raggiungimento di un totale equilibrio psicofisico in grado di portare la persona non solo a raggiungere il peso ideale, ma anche a mantenerlo per tutta la vita. Inoltre la dieta Chenot dalle opinioni di chi l’ha provato sembrerebbe in grado di eliminare stress e ansia.

Dieta Chenot: Menu settimanale

La prima fase della dieta di Henri Chenot dura 3 giorni e può essere considerato un periodo di disintossicazione in cui vengono assunti centrifugati di frutta, verdure e una quantità di riso. Inoltre tutti gli alimenti devono essere cotti a vapore, per essere più leggeri e magri possibile. Dopo questo tempo inizia il periodo della dieta vera e propria, che durerà circa un mese.

Per farsi un’idea su cosa voglia dire modificare le ricette per seguire la dieta Chenot è possibile fare riferimento al menu esemplificativo seguente.

Lunedì 

  • Colazione : centrifugato di frutta di stagione + uno yogurt magro con 4 cucchiai da minestra di muesli + 1 caffè d’orzo oppure 1 tè verde
  • Pranzo: 1 frutto di stagione + verdura cruda condita con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva e limone + 60 g di riso integrale con verdure
  • Cena: verdura al vapore + 60 g di riso con un cucchiaino d’olio e prezzemolo

Martedì

  • Colazione : centrifugato di frutta di stagione + uno yogurt magro con 4 cucchiai da minestra di muesli + 1 caffè d’orzo oppure 1 tè verde
  • Pranzo: 1 frutto di stagione + verdura cruda condita con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva e limone + 60 g di riso integrale con verdure
  • Cena: verdura al vapore + 60 g di riso integrale al pomodoro

Mercoledì 

  • Colazione : centrifugato di frutta di stagione + uno yogurt magro con 4 cucchiai da minestra di muesli + 1 caffè d’orzo oppure 1 tè verde
  • Pranzo: insalata mista + spaghetti in salsa di verdure
  • Cena: radicchio di Treviso ai ferri + merluzzo in crosta di sale

Giovedì 

  • Colazione : centrifugato di frutta di stagione + uno yogurt magro con 4 cucchiai da minestra di muesli + 1 caffè d’orzo oppure 1 tè verde
  • Pranzo: insalata di carote + pasticcio di melanzane
  • Cena: verdure saltate alle erbette + fagioli in insalata

Venerdì 

  • Colazione : centrifugato di frutta di stagione + uno yogurt magro con 4 cucchiai da minestra di muesli + 1 caffè d’orzo oppure 1 tè verde
  • Pranzo: verdure con salsa tofu + crespelle con spinaci
  • Cena: minestrone di verdure (legumi e patate esclusi) + sogliola alla griglia + verdure grigliate

Sabato

  • Colazione : centrifugato di frutta di stagione + uno yogurt magro con 4 cucchiai da minestra di muesli + 1 caffè d’orzo oppure 1 tè verde
  • Pranzo: un piatto di insalata mista + zuppa di orzo
  • Cena: 1 frutto di stagione + minestrone di verdure

Domenica 

  • Colazione : centrifugato di frutta di stagione + uno yogurt magro con 4 cucchiai da minestra di muesli + 1 caffè d’orzo oppure 1 tè verde
  • Pranzo: 1 frutto di stagione + verdura cruda condita con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva e limone + 60 g di riso integrale con verdure
  • Cena: verdura al vapore + 60 g di riso integrale al pomodoro

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 10 Media: 3.8]