Mangiare troppo fa invecchiare

1421152626

Mangiare troppo, fino quasi a sentirsi scoppiare, è davvero una pessima abitudine, non solo perchè contribuisce a far aumentare di chili il nostro corpo, mettendone a rischio la salute, ma anche perchè, ci farebbe anche invecchiare molto più in fretta.

Quest’ultima scoperta, davvero rivoluzionaria è stata fatta dai ricercatori dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma che hanno individuato una nuova molecola che sarebbe in grado di preservare la giovinezza del cervello.

Questa particolare molecola si attiva però solo se si mangia meno.

Dunque seguendo una corretta ed equilibrata alimentazione a tavola si può rimanere in forma, in salute, prevenendo le malattie, e soprattutto mangiare bene può aiutarci a preservare la salute del nostro cervello facendoci invecchiare meno velocemente. La particolare molecola scoperta dal team di ricercatori è stata soprannominata CREB1 e può essere attivata esclusivamente tramite una dieta a basso contenuto calorico. Il compito della molecola sarebbe quello di attivare gli altri geni che sono fondamentali e importanti per garantire la longevità e per ottenere un buon funzionamento del cervello.

A capo della ricerca scientifica il dottor Pani che ha dichiarato: “La speranza è che si trovi il modo di attivare CREB1, per esempio attraverso nuovi farmaci, anche senza doverci sottoporre a una dieta ferrea” ha spiegato. La restrizione calorica (una dieta con un basso contenuto calorico) non è particolarmente drastica anche se solitamente tende a limitare l’apporto calorico.

Con questa dieta solitamente si dovrebbero consumare circa il 30 per cento in meno del cibo che in una situazione normale si mangerebbe.

Se ci si trova di fronte a persone affette da obesità e da diabete, questo tipo di dieta a restrizione calorica potrebbe essere la soluzione per ritrovare il peso forma e rimanere in salute. Se invece si trattano soggetti che hanno già raggiunto il peso forma dovrebbe potersi utilizzare una soluzione alternativa per stimolare la molecola anti invecchiamento.

Inoltre secondo altri studi che sono stati fatti le persone che sono già affette da obesità avrebbero dei maggiori benefici quando seguono una dieta a restrizione calorica e trarrebbero maggiori risultati per quanto riguarda la prevenzione della salute del cervello.

Tutto ciò dunque conferma quello che già da diverso tempo sostenevano alcuni studiosi ossia che i chili in eccesso non solo sono dannosi per il fisico, ma anche per la mente. Chi non è nel peso forma infatti ha maggiori probabilità di sviluppare il morbo dell’Alzheimer.

 

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 6 Media: 4]