La frutta anti grassi

Tutti i frutti, straricchi di minerali, facilitano l’eliminazione dei liquidi in eccesso e favoriscono lo smaltimento delle scorie per il considerevole contenuto di cellulosa, che aumenta il transito intestinale. Tra la frutta è particolarmente consigliata quella rossa o di bosco, soprattutto i mirtilli, che svolgono un’azione tonificante specifica sulle pareti venose e sui capillari: mangiane una coppetta al giorno, con succo di limone e miele.

Per aumentare tonicità e elasticità delle vene, vanno inseriti nella dieta i cibi che, grazie al loro contenuto di vitamine C, PP e K, svolgono un ruolo determinante nel metabolismo dei tessuti connettivali e mantengono fluido il sangue. Sono: arachidi, carne bianca, che forniscono vitamina PP; agrumi, peperoni, broccoli, pomodori, prezzemolo, ricchi di vitamina C; spinaci, cavoli, patate, pomodori e semi di soia per la vitamina K. Tali vitamine possono essere introdotte anche tramite integratori alimentari: rosa canina (vitamina C) e spirulina (vitamina PP e K). Come tutti i cereali integrali, anche l’avena grezza, non raffinata, riduce l’assorbimento dei grassi. Anche le mele grazie alla sostanza contenuta al loro interno, la pectina, riducono i grassi ematici del 10-30% se consumate giornalmente.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 11 Media: 4]