Dimagrire con la dieta del lungo respiro

Dimagrire è un traguardo che può risultare difficile da raggiungere, ma la regola principale consiste nel creare una sinergia fra la giusta alimentazione, la pratica di attività fisica e una corretta integrazione che aiuti a bruciare il grasso in eccesso e quindi a ritrovare il peso forma. Non solo, in quanto anche la respirazione può fare molto, come prova la dieta del lungo respiro, una tecnica elaborata dall’ex attore Mikey Ryosuke. Non si tratta di strampalate invenzioni, ma di una tecnica che Ryosuke ha messo in pratica perché scoperta quasi per caso.

Breathing

L’attore stava eseguendo degli esercizi contro il mal di schiena basati sulla respirazione e, dopo sette settimane di tempo, si è accorto che questi esercizi avevano contribuito a snellire il suo girovita di ben cinque centimetri e fargli perdere alcuni chiletti in eccesso. Fin dall’antichità le tecniche di respirazione, soprattutto quelle yogiche, aiutano le persone a ritrovare il peso forma, in quanto attuano un’ossigenazione che si rivela fondamentale per il benessere dei tessuti e degli organi interni.

Ecco che la tecnica del lungo respiro richiede semplicemente di inspirare per tre secondi e quindi di espirare per sette secondi in modo intenso e di proseguire l’esercizio per almeno 5 minuti per alcune settimane. La tecnica respiratoria può incontrare ancor più beneficio se le mani vengo posizionate sull’addome e sui glutei, in quanto avviene una spinta naturale che rende più intesa l’espirazione dell’aria. Ma come può la respirazione far dimagrire?

Tutto si spiega con la chimica, in quanto il grasso è costituito da ossigeno, carbonio e idrogeno e quando l’ossigeno respirato raggiunge queste molecole di grasso le scompone in anidride carbonica e acqua. Il risultato è una perdita di peso e una conseguente riduzione del girovita. Provare per credere, ma in ogni caso la dieta del lungo respiro si basa su una tecnica di respirazione antica e benefica, che non solo aiuta e perdere peso, ma che può aiutare le persone a migliorare le funzioni vitali, ad acquisire fresca energia e soprattutto a purificare le vie respiratorie. L’aria fresca inglobata nei tre secondi di inspirazione raggiunge immediatamente il cervello, mentre la forte espirazione di sette secondi non solo massaggia il ventre e lo tonifica, ma permette di eliminare efficacemente l’aria stantia accumulata nei polmoni e nel ventre. Ecco che l’aria in uscita sgonfia anche la pancia e di conseguenza riduce il girovita, soprattutto se si ha la costanza di attuare questa respirazione per almeno cinque minuti al giorno per alcune settimane.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 22 Media: 4.7]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM