Le virtù dimagranti del basilico

Per i cultori della cucina mediterranea, il basilico è un importante ingrediente per regalare sapore ai sughi, insalate e antipasti: il suo aroma deciso consente infatti di ridurre l’impiego di sale, con indubbi benefici sulla circolazione e sui ristagni.

Meno note sono le virtù disintossicanti e anti fame di questa piantina comune in tutti gli orti, dalla quale in Oriente di si ricava da secoli un olio da massaggio dalle proprietà digestive e carminative, che evita che la pancia si gonfi subito dopo aver mangiato.

Secondo ricerche condotte all’Università di Maharashtra, in India, l’olio di basilico “santo” avrebbe la capacità di arginare la proliferazione dei radicali liberi, ovvero, le tossine che indeboliscono il sistema immunitario con effetti deleteri sul metabolismo.

La pianticella di basilico dolceche si trova dall’ortolano in Italia, da utilizzare sempre fresca, è comunque una miniera di proprietà antiossidanti che restituiscono vigore e leggerezza dell’organismo intasato da adipe e sovrappeso.

Secondo altri studi in Germania e negli Stati Uniti si nasconderebbe nel basilico, una potente molecola “spazzina”, capace di neutralizzare i radicali liberi e infiammazioni. Questa sostanza si chiama (E)-beta-caryophyllene, in codice (E)-BPC, e potrebbe costituire l’ingrediente principale per la creazione di nuovi farmaci per controllare alcune malattie infiammatorie croniche come la malattia di Crohn, che colpisce prevalentemente l’intestino con dolori addominali, diarrea e malassorbimento.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 16 Media: 4.1]