Come dimagrire con i primi piatti

Molte persone non riescono a rinunciare ai primi piatti, soprattutto perché li trovano golosi. Ma è possibile dimagrire mangiando solo primi piatti?

I primi sono infatti visti come il giusto piatto da consumare, soprattutto a pranzo, perché regalano energia e sono sazianti. Come è possibile dimagrire mangiando solo primi piatti? Si tratta di una avventura possibile, anzi semplice da portare avanti, a patto che gli ingredienti siano attenti e che le ricette siano preparate con metodologie salubri. Vediamo quali sono i primi piatti adatti alla dieta dimagrante.

Iniziamo con i mix di cereali, primi piatti gustosi che possono essere preparati con grano saraceno, quinoa, bulgur e anche con tanti altri cereali che apportano carboidrati integrali, non appesantiscono e offrono un ottimo senso di sazietà. Per rendere il piatto più completo è possibile preparare i cereali con carni magre come il pollo o il tacchino e accompagnarli con tante verdure, cotte al vapore o grigliate.

La pasta non è un piatto da demonizzare, anzi, perché se viene preparata con pomodoro o verdure fresche, una spolverata di parmigiano e un po’ di olio extravergine di oliva a crudo rappresenta il primo piatto ideale. In occasione di una dieta dimagrante è ideale anticiparla da un piatto di verdura cruda mista, che offre vitamine e sali minerali e che sazia, invitando a consumare una porzione minore.

Un primo piatto utile, buono e perfetto per la dieta dimagrante è il minestrone, che può essere consumato anche a pranzo. Si tratta di un piatto ricco di sali minerali, che sa apportare vitamine, saziare e anche non gonfiare la pancia. Una bella minestra di verdura, un passato o una zuppa di legumi sono quindi primi piatti ideali da consumare a pranzo così come a cena, per ristorare l’organismo e portare avanti con coerenza la dieta dimagrante.

L’ultimo primo piatto da gustare nella dieta dimagrante è il risotto, che può essere preparato con attenzione per diventare più leggero. Il brodo può essere vegetale e si può evitare il soffritto che lo rende più pesante. Impiegando verdure di stagione il risotto diventa appetitoso e, alla fine della cottura, si possono aggiungere spezie e anche erbe aromatiche per esaltarne il sapore. Attenzione con il burro per la mantecatura, che può essere sostituito con un cucchiaio di parmigiano per rendere il risotto più cremoso e ugualmente intenso nel sapore.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 4]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM