Digerire bene aiuta a dimagrire

Digerire bene è il segreto per dimagrire. D’altronde è noto che una buona digestione inizia da una sana alimentazione. Quando i menù quotidiani includono cibi e sostanze naturali in grado di non accumulare scorie nell’intestino allora si evitano acidità, stipsi e gonfiori. La cattiva digestione o dispepsia accompagna una serie di sintomi riconoscibili come mal di stomaco, gonfiore addominale, bruciore di stomaco, reflusso gastrointestinale, nausea e altro.

Digerire bene aiuta a dimagrire- foto medicinaonline.co

La cattiva digestione può essere causata da diverse condizioni: alimentazione disordinata, stress, infezione da Helicobacter pylori, patologie del fegato o del pancreas, assunzione di farmaci antinfiammatori e altro.

Escludendo i problemi di digestione casi provocati da fattori patologici, la corretta digestione si rivela il modo migliore per dimagrire e avere una pancia piatta. Come digerire bene? La natura offre una vasta gamma di rimedi naturali per digerire bene in modo sano e veloce come la cicoria, il coriandolo, l’alloro e i carvi.

Cicoria

La cicoria è una pianta perenne commestibile ricca di proprietà benefiche, prima fra tutte quella di stimolare l’attività del fegato. Cosa c’entra con la digestione? La cicoria stimola la produzione della bile, sostanza fondamentale per metabolizzare i grassi, insomma un ottimo alleato per alleggerire il processo digestivo e digerire bene. La cicoria, per altro, attiva l’intestino pigro e combatte il meteorismo, un disturbo gastrointestinale provocato da un’eccessiva produzione e un accumulo di gas all’interno del tubo digerente.

Coriandolo

Il coriandolo o ‘prezzemolo cinese’ è un’erba aromatica dalle proprietà interessanti e dagli usi insoliti. In particolare, i semi di coriandolo risultano indicati contro i disturbi da cattiva digestione come nausea, alitosi e spasmi intestinali. Sostanzialmente la sua azione antispasmodica, carminativa e stimolante aiuta a prevenire i fenomeni di intossicazione alimentare ovvero quando nell’intestino stazionano per lungo periodo delle sostanze in decomposizione.

Alloro

Il ricco contenuto di oli essenziali presente nelle foglie di alloro conserva un’azione stimolante e anti fermentativa su stomaco e mucose. In questo senso, l’alloro previene tutte quelle fermentazioni che impediscono di dimagrire.

Carvi

Il cumino dei prati o comino è una pianta officinale conosciuta per le sue proprietà terapeutiche, soprattutto disinfettanti e antispastiche. I frutti dei carvi contengono oli essenziali carminativi, flavonoidi, acido oleico e acido linoleico in grado di sedare la motilità della muscosa viscerale, contrastare l’aerofagia, impedire la formazione di gas a livello del duodeno e gestire l’eventuale irritabilità del colon.

Tisane e rimedi erboristici per digerire bene

Le tisane digestive miscelate con diverse piante dalle proprietà carminative migliorano il processo digestivo e aiutano a dimagrire, funzionando un po’ come un digestivo naturale. La tisana digestiva più conosciuta è senza dubbio quella ai semi di Finocchio, ma ve ne sono altre altrettanto capaci di ridurre crampi addominali, rilassare i muscoli dello stomaco, migliorare la funzione epatica e favorire  la digestione: Carciofo, Achillea, Menta, Verbena, Genziana, Tarassaco, Rabarbaro, Anice e altre.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 10 Media: 5]

Myriam

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, appassionata di regimi alimentari e animata dalla voglia di trovare la ricetta perfetta per uno stile di vita sano.
Tutti i post di Myriam