Home Dimagrire Come perdere peso con la dieta last second

Come perdere peso con la dieta last second

La dieta last second è l’ultima tendenza dei personaggi famosi e gli sportivi che promette di travolgere le abitudini di tutti. Scopriamola meglio.

Dieta 16:8- foto mitomorrow.it

Il regime alimentare last second è regolata dai numeri 16 e 8, vale a dire gli intervalli giornalieri in cui è consentito mangiare o digiunare se si vuole perdere peso.

In sostanza, la dieta last second si basa sulla filosofia del digiuno intermittente e per questo si adatta a chi gode di buona salute e vuole perdere qualche chilo in previsione della prova costuma o di un’occasione speciale.

Chiaramente si tratta di un regime che può essere mantenuto per un breve periodo (massimo un paio di giorni) e rigorosamente sotto supervisione medica.

Dieta last second

Il principio della dieta last second è abbastanza semplice e rifugge dai conteggi complicati di peso o calorie, anche se non bisogna esagerare con le quantità e assumere troppi grassi e carboidrati.

Tutto quello che conta nella dieta vip più strana degli ultimi mesi è il momento della giornata in cui si assume cibo: si deve mangiare in intervallo di otto ore e si deve evitare di mangiare cibo nell’arco delle sedici ore successive.

Lo schema 16:8 della dieta last second fa rientrare questo modello alimentare a pieno titolo nella categorie delle diete a digiuno intermittente.

In sostanza, il digiuno mantenuto per sedici ore influenza positivamente il metabolismo ormonale e provoca il consumo dei grassi più ostinati, oltre che regolare la produzione di insulina.

Le star hollywoodiane che hanno provato questo regime alimentare come Jennifer Lawrence o Hugh Jackman sono la prova della capacità della dieta last second di intervenire solo sulla massa grassa e non inficiare sulla massa muscolare.

Schema alimentare

Lo schema alimentare tipo chiarisce il modus operandi una dieta che può e deve essere seguita solo per un brevissimo periodo.

  • Colazione – Una tazza di tè verde con succo di limone, una spremuta di arancia, pompelmo o mandarino.
  • Spuntino – Un vasetto di yogurt scremato al naturale.
  • Pranzo – Succo di pomodoro senza condimenti, un centrifugato di sedano, 200 grammi di insalata verde con succo di limone e uno yogurt magro alla frutta.
  • Merenda – Un centrifugato di carote o un frullato di pera e mela senza latte e zucchero.
  • Cena – Ben 200 grammi di bietole al vapore condite con succo di limone, un vasetto di yogurt scremato al naturale e 200 grammi di carciofi o finocchi al vapore.
  • Prima di dormire – Una tazza di tisana diuretica a base di semi di finocchio o tarassaco.

Gli orari della dieta last second possono variare a seconda delle proprie esigenze, anche se occorre rispettare l’intervallo delle sedici ore di digiuno.  Durante il digiuno è possibile assumere solo bevande come tisane senza zuccheri e acqua.

A chi è consigliata?

Questo tipo di regime alimentare non è facile da seguire e richiede autodisciplina e determinazione mentre rappresenta un ottimo aiuto per chi svolge regolarmente un’attività fisica, visto che questa dieta favorisce il recupero muscolare e l’impiego dei grassi per la produzione di energia.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 5 Media: 3,2]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.