Perdi una taglia con le tisane

images

 

Ti senti gonfia, ai le gambe pesanti e la tua pancia sembra che stia per scoppiare? Per depurarti e sgonfiarti nel modo giusto la cosa migliore da fare è consumare le tisane. Consumale per qualche settimane e vedrai che in pochissimo tempo riuscirai a sgonfiarti, depurarti e soprattutto dimagrirai perdendo qualche taglia! I rotolini di adipe sono la croce di ogni donna che tenta di combattere questi fastidiosi inestetismi che si creano sui fianchi, sull’addome e sulle natiche. Non è ancora chiaro quale sia la causa di questi rotolini e dell’ingrossamento di fianchi e gambe ma secondo gli esperti e anche secondo l’esperienza di molte donne, deriverebbe da periodi di pesanti stravizi alimentari con abbuffate e consumo di cibi ricchi di grassi.

Secondo altre ipotesi l’ingrassamento e la formazione di adipe sarebbe causata da una debolezza dei reni, i quali non riuscirebbero a smaltire nel modo giusto tutte le tossine provocando di conseguenza un rallentamento circolatorio. Inoltre il volume dei fianchi e della pancia può aumentare anche in seguito ad uno squilibrio del fegato che non sarebbe più in grado di elaborare al meglio i cibi, generando un aumento delle scorie presenti nell’organismo le quali poi si andreabbero ad accumulare nella parte bassa del corpo. Per risolvere questi problemi alla base e dimagrire nel punto desideratosi può ricorrere alle tisane e alle erbe.

Ad esempio se hai esagerato un po’ troppo a tavola potresti utilizzare un’erba che è sgonfiante per eccellenza ossia il tarassaco che compie un’azione di diuretico, ma è anche un erba dalle proprietà depurative e infine un blando lassativo. Il tarasacco poi favorisce la funzione del fegato e la digestione dei cibi, aiutando anche a tenere regolati tutti i livelli di glucosio nel sangue, ma soprattutto il colesterolo e i trigliceridi dannosi per l’organismo. La tisana o l’infuso a base di tarasacco è consigliato soprattutto in caso si sia esagerato a tavola, come durante le feste a Natale o a Pasqua quando le abbuffate sono all’ordine del giorno.
Per preparare una tisana a base di tarasacco fate bollire per 10 minuti un cucchiaio di radici di tarassaco in circa 250 ml di acqua. Potete inoltre consumare il tarasacco anche come estratto liofilizzato consumandone ben 500-750 mg al giorno di estratto titolato in inulina min. 5% che dovrete prendere sempre lontano dai pasti per depurarvi al meglio. Il consiglio è quello di consumare questi preparati per circa due mesi con una pausa di un mese circa riprendendo poi la cura. Il tarasacco è invece da evitare nel caso soffriate di calcoli alle vie biliari, ulcera gastrica e duodenale.Ortosiphon è invece indicato per persone che soffrono di ritenzione idrica e che magari, nel caso delle donne, sono affette anche da cellulite. L’ortosiphon è una particolare miscela di foglie e di steli di diverse piante del genere Orthosiphonis in grado di depurare l’organismo in modo veloce ed efficace agendo soprattutto sul fegato e sui reni. Consumate questo infuso se volete contrastare i gonfiori della zona-fianchi, il senso di pesantezza e i ristagni soprattutto alle gambe. L’ortosiphon solitamente si assume come un infuso oppure in compresse o sotto forma di estratto secco titolato in sinensetina 0.3%, 150 mg al giorno lontano dai pasti, suddivisi in 2-3 somministrazioni). L’ortosiphon è controindicato in caso di gravidanza e durante l’allattamento, ma anche in cas di insufficienza cardiaca e  di insufficienza renale. Se effettuate un trattamento con Ortosiphon si consiglia di assumere molta acqua per tamponare l’effetto diuretico.

Il gallio è invece indicato in caso di fegato affaticato, questa pianta è anche detta caglio asprello (Gallium aparine), ed è una pianta spontanea dalle proprietà diuretiche, depurative, antinfiammatorie e stimolanti linfatiche. Il gallo infatti ha infatti anche la capacità di aumentare l’escrezione acquosa favorendo il drenaggio delle scorie attraverso i reni ed è ottimo per eliminare i ristagni periferici attivando il drenaggio linfatico. Favorisce ed aumenta anche l’attività disintossicante del fegato. Il gallio solitamente si assume come estratto secco liofilizzato da 200 mg titolato in fenoli totali calcolati come acido gallico al 3%. In alternativa può essere assunto anche come infuso preparato con le parti aeree essiccate versandone un cucchiaio in una tazza d’acqua.

 

Come preparare le Erbe dimagranti

La Tisana di betulle

Ingredienti:
– 30 g. di tallo di fucus;
– 30 g. di foglie di tè verde;
– 40 g. di betulla.

 

Tisana di arancia amara

Ingredienti:
– Scorze d’arancia amara;
– Una foglia di equiseto;
– Una goccia di miele.

 

Tisana al tè e finocchietto

Ingredienti:
– 1 cucchiaino di tè in foglia;
– Un pizzico di semi di finocchietto;
– 1 tazza di acqua.

 

Ingredienti:
– Foglie di betulla;
– 1 foglia di mate;
– 1 radice di Ononide;
– ortica;
– erba e radice di tarassaco;
– sambuco

 

Tisana alle rose

Ingredienti:
– 1 cucchiaino di petali di rose;
– 1 tazza d’acqua.
Ingredienti:
– 60 gr di gramigna
– 20 gr di zenzero
– 10 gr isoppo
– 10 gr di menta piperita

 

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 4]