Home Diete Sei a dieta? Non rinunciare al gusto e prepara un soffritto light

Sei a dieta? Non rinunciare al gusto e prepara un soffritto light

5023985851_ddd8518666

E’ la base di tante ricette e può aiutare a rendere gustoso qualsiasi piatto. Si tratta del soffritto di olio e cipolla (oppure aglio) tanto utilizzato nella dieta mediterranea per dare sapore ad ogni piatto tipico del Belpaese. Cosa sarebbe il sugo di pomodoro senza il soffritto? e le tagliatelle al ragù? Spesso però il soffritto è considerato poco salutare e sconsigliato in particolare nelle diete e se si vuole seguire un regime alimentare leggero perché aggiunge grassi in quanto è preparato anche con l’olio. Inoltre le temperature elevate che si raggiungono quando si prepara il soffritto rischiano di bruciare l’olio creando delle sostanze nocive per la salute. Un’ottima soluzione, soprattutto se si è a dieta e si vuole rimanere leggeri, è quella di utilizzare il microonde, in tal modo si insaporisce l’olio e si crea un bel soffritto senza friggere.

Il soffritto, secondo le regole della dieta mediterranea, può essere preparato con l’aglio oppure con la cipolla. Cuocilo al microonde per rendere il soffritto gustoso, buono, ma al tempo stesso leggero. Per preparare un soffritto di cipolla al microonde, taglia la cipolla a listarelle sottili, poi mettila in un recipiente ricoperta di olio. Cuoci il tutto al microonde per circa cinque minuti alla massima potenza. In questo modo la cipolla appassirà e l’olio avrà un sapore speziato e molto gustoso. Potrete utilizzare l’olio preparato per creare gustosi risotti, condire carni e verdure. Un altro vantaggio è che questo soffritto a base di cipolla si può conservare in frigorifero fino a tre giorni.

Per creare un soffritto a base di aglio, riempi un bicchiere di olio extravergine d’oliva, aggiungi poi uno spicchio d’aglio tagliato a metà, privato dell’anima e schiacciato. Per insaporire ancora di più il tuo soffritto puoi aggiungere un po’ di maggiorana, timo e peperoncino. Cuoci il tutto al microonde per circa 90 secondi alla massima potenza. Ricordati che l’aglio deve rimanere bianco, poi quando sarà pronto condisci i tuoi piatti con questo olio per dare un buon sapore di soffritto senza soffriggere. Anche questo soffritto a base di aglio può essere conservato in frigorifero per alcuni giorni.

Un soffritto sano: preparalo così!

Il soffritto è alla base di tanti piatti e, soprattutto quello a base di cipolla, è il re della cucina. Il soffritto infatti regala un gusto imperdibile  ai sughi della pasta e ai secondi piatti a base di pesce e carne. L’unico fattore negativo, oltre alla pesantezza e “grassezza” del soffritto, sta nel fatto che quando si prepara il soffritto tutte le proprietà della cipolla e dell’aglio vanno a perdersi. Anche se si guadagna in sapore, si soffrittoperde quasi tutta l’acqua che forma il 90% del bulbo, e con l’acqua si elimina gran parte dei minerali e degli antiossidanti. Alla fine nella pentola rimane solamente una mera quantità di zuccheri, proteine e ammine, proprio per questo motivo il quantitativo nutrizionale del soffritto è irrilevante. Giunge allora una domanda spontanea. Come è possibile preparare un soffritto che sia sano, dietetico ed ottimo dal punto di vista nutrizionale?

Ecco allora la ricetta per un soffritto super light e buonissimo. Potrai preparalo ogni volta che vuoi, anche quando sei a dieta, per condire i tuoi piatti e renderli gustosi ed ottimi. Per prima cosa taglia la cipolla a fettine sottili, questo punto è importante perchè più la cipolla sarà sottile più sarà facile che appassisca anche a basse temperature. Subito dopo metti la cipolla in padella quando l’olio extravergine d’oliva è ancora freddo. La cipolla infatti non deve friggere, se la mettete quando l’olio è ancora freddo, questo si scalda gradualmente facendo evaporare l’acqua. In seguito non appena la cipolla imbiondisce aggiungete gli altri ingredienti che vi servono per preparare il piatto per evitare che l’olio, scaldandosi troppo, bruci la cipolla rilasciando delle sostanze potenzialemente cancerogene, come il benzopirene.

La cipolla? Amica del cuore

La base del soffritto può essere la cipolla oppure l’aglio. La cipolla, pochi lo sanno, è un alimento molto utile nel caso si soffra di problemi di cuore ed è ottima per prevenire numerose malattie dell’apparato circolatorio. Secondo uno studio italiano pubblicato sull’European journal of nutrition mangiare una cipolla (circa 80 grammi) alla settimana diminuisce il rischio di infarto fino al 20%.

Secondo lo studio i solforati proteggono i vasi sanguinei dalle malattie. I ricercatori dell’Istituto Mario Negri di Milano, coordinati da Carlo La Vecchia, hanno analizzato le abitudini alimentari di 760 persone che uscivano da un attacco cardiaco e di 682 individui sani. Il risultato è stata la scoperta che gli abituali consumatori di cipolle erano molto più protetti nei confronti dei problemi cardiaci. L’effetto positivo della cipolla sull’infarto sarebbe legato ad un’azione antitrombotico. Più specificatamente è stato scoperto, grazie anche all’aiuto di alcuni studi precedenti, che in tutte le cipolle, sia bianche che rosse, sono presenti composti solforati  che sono in grado di migliorare la circolazione periferica, inoltre proteggono le pareti dei vasi dai danni ossidativi, riducono i lipidi plasmatici e modulano la funzione delle piastrine. Più specificatamente dunque le cipolle svolgono una funzione antiaggregante in grado di prevenire la trombosi.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 15 Media: 3.5]