Home Ricette Light Pasta al grano saraceno con la verza

Pasta al grano saraceno con la verza

Il grano saraceno è uno pseudo cereale naturalmente privo di glutine. Utilizzato anche nelle ricette tradizionali italiane, come ad esempio per preparare la polenta, mescolato alla farina di mais, o nei pizzoccheri, si trova facilmente nei supermercati soprattutto sotto forma di pasta, come la pasta al grano saraceno Felicia. In questo caso si tratta di un prodotto al 100% gluten free, in quanto preparato esclusivamente con grano saraceno; per i pizzoccheri invece si utilizza una miscela di farine, tra cui anche quella di grano.

Stiamo parlando di uno pseudo cereale coltivato sin dall’antichità, le cui piante non hanno subito eccessive manipolazioni da parte dell’uomo; per certi versi è quindi ancora allo stato naturale, mentre su moltissimi cereali nel corso dei secoli l’uomo è intervenuto con incroci di vario genere.

Le proprietà del grano saraceno
Per chi deve seguire una dieta priva di glutine il grano saraceno è un’ottima alternativa, anche perché la pasta preparata con esso è gustosa e piacevole al palato. Per altro, il grano saraceno è uno pseudo cereale prezioso per l’alimentazione umana, in quanto ricco di vitamine e sali minerali, tra cui la vitamina A e buona parte di quelle del gruppo B, la vitamina J, il selenio, lo zinco, il rame, con in più i benefici di magnesio e potassio. Utilizzare la pasta al grano saraceno consente quindi fare il pieno di vitamine e sali minerali, oltre che di fitosteroli, sostane utili al controllo del colesterolo. Inoltre, la pasta di grano saraceno ha un basso indice glicemico.

Come cucinare la pasta al grano saraceno
Tra i piatti più noti della cucina italiana, in cui si utilizza anche la farina di grano saraceno, di certo i pizzoccheri sono quelli che tutti ricordano con maggiore facilità. Si tratta però di una ricetta tradizionale molto ricca e pesante, nella quale le tagliatelle a base di grano saraceno e frumento sono condite con burro e formaggi e mescolate a patate e verza. Cerchiamo quindi di alleggerire questa ricetta importante per poterla gustare anche ogni giorno, fornendo gli ingredienti per ottenere il gusto e i benefici del grano saraceno con un piatto light, per coloro che non amano rinunciare a una dieta sana ed equilibrata.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è pasta-grano-saraceno-verza.jpg

Ricetta di pasta al Grano Saraceno con Verza e Speck:

Ingredienti per 4 persone
300 g di pasta al grano saraceno
300 g di verza
50 g di speck
2 cucchiai di olio EVO
un rametto di rosmarino
sale e pepe q.b.

Procedimento
Intanto che l’acqua bolle affettiamo sottilmente la verza e saltiamola in padella con l’olio extra vergine di oliva; quando la verza è leggermente appassita aggiungiamo lo speck, in modo che possa rilasciare in padella il sale che contiene e il suo gusto affumicato.

Buttiamo la pasta: gli spaghetti sono la scelta migliore, ma volendo si può preparare questa ricetta anche con i tortiglioni o i mezzi rigatoni. Mentre cuoce, continuiamo a mescolare la verza abbassando il fuoco. Assaggiamone il sapore e, all’occorrenza, aggiungiamo sale e pepe. È da ricordare che lo speck è già sufficientemente saporito e pepato, quindi potrebbe darsi che questi due elementi non si debbano aggiungere.

Poniamo il rametto di rosmarino in padella, perché liberi il suo profumo; scoliamo la pasta ben al dente e spostiamola direttamente in padella dove verrà saltata con la verza, lo speck e il rosmarino. Prima di servire togliamo il rosmarino; la pasta è già saporita così ma, volendo, è possibile aggiungere una grattata di parmigiano o un filo di olio a crudo.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.