Home Rumors Butta giù i chili accumulati con le feste grazie alla Dieta dell’Orzo

Butta giù i chili accumulati con le feste grazie alla Dieta dell’Orzo

dimagrire-500-calorie-622x466

Le feste natalizie e il capodanno sono passati da poco e con l’arrivo del nuovo anno si presenta anche qualche chilo di troppo. Fra panettoni, torroni, spumante e cibi grassi infatti il tuo corpo ha fatto il pieno di calorie ritrovandosi all’inizio dell’anno appesantito e intossicato. Ecco allora una dieta ottima per perdere il peso accumulato a causa delle feste e dei troppi strappi alla regola. Basterà una settimana con la dieta dell’orzo per ritrovare energia e benessere tornando in forma in poco tempo. L’orzo, che dovrai assumere ogni giorno a colazione o a merenda, ti aiuterà a ritrovare il buon funzionamento dell’intestino e a smaltire un paio di chili.

L’orzo: potente alleato della salute

L’orzo è una bevanda con grandi poteri, infatti ha un’azione tonificante, favorisce la digestione e una corretta funzionalità dell’intestino. Consumare l’orzo a merenda o a colazione tutti i giorni può inoltre contribuire a dimagrire velocemente diversi chili.  L’orzo possiede inoltre la capacità di controllare il quantitativo di glicemia presente nel sangue e, grazie ad alcune particolari fibre, i betaglucani, aiuta anche a ridurre l’assorbimento del colesterolo. Grazie a tutte queste proprietà uniche il caffè d’orzo è indicato per una dieta disintossicante che aiuterà a perdere i chili presi a causa dei bagordi delle feste.

Consuma l’orzo una o due volte al giorno per una settimana bevendola a colazione o a merenda. Preparate la bevanda purificante facendo sciogliere il prodotto solubile in una tazza di acqua bollente oppure preparate l’orzo in una macchinetta da caffè, inserendo la polvere tostata nella moka. L’orzo può essere preparato anche come un caffè turco facendo bollire l’orzo tostato, il contenuto si versa poi in una tazza e si beve.  Per rendere la dieta ancora più efficace potresti sostituire lo zucchero con dei dolcificanti naturali come il miele.

La dieta dell’orzo

Per ritornare in linea oltre a consumare due tazze d’orzo al giorno è utile adottare un regime alimentare super light eliminando i cibi grassi, evitando di mangiare fuori orario e consumando la giusta quantità di cibo.  Durante la settimana consumate cinque pasti light facendo colazione, pranzo, cena e due spuntini. Per evitare di arrivare a pranzo con troppa fame mangiate, a metà mattina, un frutto o una spremuta, mangiare ogni tre ore circa infatti aiuta a rallentare la secrezione dell’insulina, l’ormone che favorisce l’accumulo di grasso corporeo e crea il senso di appetito. Per questo motivo la maggior parte delle calorie che devono essere assunte durante la giornata andrebbe introdotta nella prima parte della giornata, perché il metabolismo è più attivo la mattina rispetto alla sera.

L’accumulo di grassi dopo le feste è dovuto al consumo eccessivo di carboidrati ingeriti con troppi dolci e primi piatti, per riattivare il metabolismo, nella settimana di dieta è necessario ingerire una buona dose di proteine assunta grazie alla carne, al pesce, ai formaggi leggeri e ai legumi. Limitate i carboidrati, ma non eliminateli per avere il giusto apporto glucidico, eliminate la pasta, ma mangiate le patate e il pane integrale. Solo per questa settimana però eliminate la pasta, quando la dieta sarà finita dovrete continuare a mangiarli.

Per mangiare di meno e buttare giù i chili in eccesso abituatevi a mangiare più lentamente e a piccoli bocconi. In questo modo riuscirete ad introdurre meno cibo e il senso di sazietà arriverà molto prima.  Abituatevi anche a mangiare le verdure e l’insalata all’inizio del pasto poichè hanno pochissime calorie e soprattutto riempono lo stomaco. Soprattutto ricordatevi di limitare i condimenti, che spesso portano ad ingrassare, controllate quindi la quantità di olio utilizzata per condire i cibi, anche le verdure. Per limitarvi al meglio evitate di versare l’olio direttamente dalla boccetta, ma versatela in un cucchiaino prima di utilizzarlo per condire i vostri piatti.  1288 Tra i metodi di cottura è meglio invece scegliere quelli senza aggiunta di grassi, come al vapore o al forno, ma anche a microonde. Per quanto riguarda il sale non consumatene più di cinque grammi al giorno, per insaporire i piatti preferite aceto balsamico ole  erbe aromatiche. Attenzione anche al sale contenuto in alcuni cibi come i piatti pronti, i salumi e i formaggi stagionati.

Durante la giornata bevi almeno otto bicchieri d’acqua distribuiti tra i pasti, evita invece i succhi di frutta, le bibite gasate, il vino e gli alcolici. Se non volete proprio rinunciare al caffè per lo meno sostituite lo zucchero bianco con quello di canna o il miele oppure bevete l’espresso amaro.

Il menù della dieta dell’orzo

La dieta dell’orzo dura circa una settimana e prevede sei giorni a base di piatti prevalentemente proteici e una giornata, quella di  venerdì, che consente di mangiare anche i carboidrati.  Al mattino quando vi svegliate bevete immediatamente due bicchieri di acqua minerale ricca di ioni bicarbonato. Subito dopo fai colazione con una bevanda a base di orzo che volendo potrai anche sostituire con una tisana. Durante la giornata spezza la fame con un frutto fresco da mangiare a metà mattina, o magari anche una spremuta. Durante i pasti principali mangiate sempre molta verdura, sia cotta che cruda, molto ricca di fibre, di acqua, di minerali e di vitamine.

Dopo cena, subito dopo il pasto light, bevi una tisana al finocchio dolce per facilitare la digestione e bruciare grassi. La tisana al finocchio dolce si prepara con un cucchiaio di questa pianta che deve essere lasciato per 15 minuti in infusione in 200 millilitri d’acqua bollente. Sostituisci il pane di grano tenero con quello di segale più leggero che aiuta il transito intestinale. Limita al massimo i condimenti, soprattutto il sale e condisci i tuoi piatti con erbe aromatiche le quali hanno anche alto potere antiossidante. Consumate poco olio extravergine d’oliva, senza superare la quantità di 15 grammi a pasto, circa 3 cucchiaini.

Misura la perdita di peso

Per capire veramente quanto stai dimagrendo non ti pesare, ma misura i centimetri  della circonferenza alla vita, dell’altezza dell’ombelico e dei fianchi. Solo la riduzione dei centimetri ti potrà dare una corretta indicazione della perdita di grasso mentre la perdita di peso è anche legata all’assunzione o meno di acqua e ai pasti più leggeri.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 8 Media: 5]