Melone, il cibo dell’estate!

Il melone è un frutto delizioso, che in questi mesi si affaccia nei banchi dei mercati e che può essere mangiato in mille modi diversi, tutti freschi e creativi. Si tratta di un vegetale molto particolare, in quanto il suo contenuto di acqua è altissimo, pari al 95% di tutta la sua polpa. Il melone contiene vitamine in abbondanza, in particolare le vitamine A, B e C e molti sali minerali preziosi come il ferro, il calcio e il fosforo. Il melone si rivela inoltre prezioso per la buona salute del sistema ematico, in quanto contiene al suo interno un agente anticoagulante che aiuta la fluidificazione del sangue. L’apporto calorico del frutto è praticamente nullo, in quanto per una porzione media si parla di circa 60 calorie. Esso non ha un infinito potere saziante, così come accade con l’anguria, però si rivela perfetto per essere consumato durante il pasto in abbinamento con altri cibi ma soprattutto nelle merende mattutine e pomeridiane.

melone estate

In commercio si incontrano i classici meloni arancione, in versione retata e non e anche quelli gialli, un po’ più aciduli e di maggiori dimensioni. Il melone fa parte della famiglia dei cetrioli e delle zucche gialle e da questi vegetali eredita la caratteristica composizione acquosa e la ricchezza di sali minerali. Come tutte le verdure e i frutti dalla polpa gialla e arancione, anche il melone contiene il betacarotene, una sostanza che aiuta la formazione della melanina e che si rivela importante per la salute e per il tono della pelle, soprattutto durante l’esposizione solare.

I benefici del melone vanno innanzitutto ricercati nella capacità di regalare energia pura con un bassissimo contenuto calorico. Merito della vitamina B in esso contenuta, che aiuta la sintesi dei carboidrati. Si tratta di un frutto non particolarmente acido, che quindi può essere consumato con regolarità dalle persone che soffrono di problemi al sistema digestivo e di bruciori di stomaco, in quanto aiuta a ristabilire equilibrio nella flora intestinale. Al contempo, il melone si rivela benefico per i reni, grazie al suo alto contenuto di acqua. L’adonosima in esso contenuto, ovvero la sostanza anticoagulante si rivela preziosa per la buona salute del sistema ematico, quindi il melone è un frutto ottimo per prevenite l’insorgenza di infarti e di ictus e anche per regolarizzare la pressione sanguigna.

Il melone può essere gustato in molti modi, anche se il migliore è al naturale, offerto affettato e consumato fresco. In abbinamento si possono scegliere salumi e formaggi, considerando però che l’apporto calorico sale esponenzialmente in base alla tipologia si alimenti che vi si associano. In alternativa, il melone può essere inserito nelle insalate di frutta e di verdura o consumato in ottimi risotti ai quali aggiunge un sapore dolce e delicato.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 12 Media: 5]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM