Quali sono gli errori da non fare con i formaggi

Si fa presto a dire “cheese” eppure ogni giorno commettiamo una serie di errori con i formaggi. Il sito Business Insider ha dedicato un’ampia sezione al formaggio curata da Sidney Willcox che sino a qualche tempo fa ha gestito il “Murray’s Cheese” di New York. Abbiamo riassunto i punti più importanti in una lista e vi spiegheremo passo passo come dovete comportarvi con i formaggi e siamo sicuri che alla fine rimarrete a bocca aperta.

formaggio

  1. Avvolgere i formaggi nella pellicola

Quando acquistiamo i formaggi solitamente si trovano nella pellicola, quando torniamo a casa dobbiamo conservarlo nella carta oleata perché hanno bisogno di respirare. Ecco perché non si devono conservare nemmeno nei contenitori di plastica. Probabilmente le signore che vendono Tupperware non ve l’hanno mai detto e vi hanno convinte ad acquistare prodotti che costavano quanto una forma intera di formaggio, però adesso sapete come comportarvi.

  1. Buttare via il formaggio quando fa la muffa

Sicuramente vi sarà capitato di trovare un po’ di muffa sui formaggi, ma non vi preoccupate perché la composizione è inalterata, basta solo grattarla via prima di consumarli. Questo discorso vale per i formaggi a pasta dura o stagionati e non per quelli freschi come la ricotta dova la muffa si può sviluppare anche all’interno.

  1. Consumare i formaggi solo se non si è intolleranti al lattosio

Anche questa notizia è da prendere con le pinze perché vi sono alcuni formaggi che possono essere tranquillamente consumati. Dovete scegliere quelli stagionati perché hanno meno acido lattico.

  1. Servire i formaggi appena tirati fuori dal frigo

I formaggi sono molto delicati, quindi bisogna dargli il tempo di riprendersi dopo essere stato a lungo in frigo, in questo modo la sua consistenza e il suo sapore saranno migliori.

  1. Conservare in frigo tutti i formaggi

Se pensate che il frigo è un’invenzione moderna e che prima i formaggi si conservavano nelle cisterne, potete facilmente immaginare che alcuni tipi, come quelli stagionati, resistono anche settimane; se non avete un luogo fresco e asciutto dove lasciarlo, mettetelo nella parte più bassa, ovvero quella riservata alla verdure.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 20 Media: 4]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM