Afa, gastrite e problemi di stomaco? Bevi agrumi, salvia e rose

Lisce, con ghiaccio o diluite con frullati di frutta, queste profumatissime miscele contrastano i malesseri da caldo. Per idratarsi e dissetarsi durante la stagione calda, non c’è nulla di meglio delle tisane e dei decotti da sorseggiare freddi. Quelli che ti presentiamo in queste pagine si possono bere al naturale o si possono anche dolcificare.

camomilla-e-lavanda-tea

Evita però lo zucchero (a meno che non sia di canna e dunque ricco di sali minerali), lo sciroppo d’acero (che drena e sazia) e il malto di cereali, energetico e vitaminico: ne basta un cucchiaino da tè per ogni tazza d’acqua da 250 ml. Inoltre, fai attenzione anche alla terminologia che utilizzeremo nelle varie ricette in modo da prepararle in modo corretto. La tisana (detta infuso, quando viene preparata con una sola pianta) si ottiene versando acqua bollente sulle erbe prescelte; si fa riposare a recipiente coperto per 5 minuti, poi si filtra e a piacere si dolcifica.

Il decotto viene invece preparato mettendo le erbe in acqua fredda, utilizzando soprattutto le parti più coriacee (come scorze, legni, radici, cortecce); si fa bollire per 5-10 minuti, si fa riposare per altri 10 minuti, si filtra e si beve. Dopo la preparazione, decotti e tisane vanno tenuti in frigorifero e serviti freddi, anche con l’aggiunta di cubetti di ghiaccio. A questo punto, non ti resta che scegliere la bevanda che fa per te.

La calendula è un eccellente rimedio per le infiammazioni e la spossatezza da caldo. Insieme al timo e alle foglie di fragola, è dissetante e rinfrescante. Questa miscela può essere frullata con 5-6 fragole fresche e si trasforma in un ottimo cocktail da mettere nel thermos e da portare in spiaggia. L’alto contenuto di sostanze strogeniche fanno della salvia un ottimo rimedio per chi si sente indebolito dal caldo e anche un buon coadiuvante per le vampate durante la menopausa. Melissa e finocchio rinfrescano e combattono le infiammazioni e le fermentazioni intestinali.

La verbana spazza via la stanchezza e ripristina l’equilibrio idrico che spesso viene compromesso dal caldo, i boccioli di rosa tonificano il cuore e la scorza di limone disseta e disinfetta. La radice di genziana contiene una sostanza molto amara (ilglucoside amarogentina) che regolarizza la produzione di bile, e la verbena, agendo in sinergia con cedro e arancio, placa il bruciore gastrico. E’ la tisana più indicata se arrivi da un periodo di disordini alimentari. Lo zenzero ti aiuta in caso di indigestione e stimola le secrezioni gastriche. E’ un ottimo rimedio contro il mal d’auto, in quanto anti-nausea per eccellenza. Insieme al finocchio e al coriandolo favorisce l’eliminazione dei gas addominali.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 16 Media: 5]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM