Home Dieta e Salute Rhodiola rosea contro la stanchezza e la mancanza di concentrazione

Rhodiola rosea contro la stanchezza e la mancanza di concentrazione

L’estratto di rhodiola rosea combatte il senso di stanchezza tipico della stagione invernale e restituisce forza e lucidità per affrontare la giornata. La stanchezza non deve essere sottovalutata, spesso si tratta di un campanello d’allarme. Nel nostro caso però non si tratta di patologie serie ma di malesseri di stagione di breve durata e che ci accompagnano durante i mesi “freddi”.

rhodiola

A dicembre la debolezza mattutina si protrae fino a sera e non si riesce a fare tutto, causando ansia e cefalea. La prima cosa da fare è profumare l’ambiente in cui si lavora o si passa la maggior parte del tempo con aromi naturali e stimolanti come l’olio essenziale di chiodi di garofano. Bastano 5 gocce da diluire in poca acqua per avvertire una sensazione di benessere duraturo.

Talvolta la situazione potrebbe essere ben più seria e i chiodi di garofano inefficaci; ma non vi preoccupate, anche in questo caso la natura ci viene in aiuto con la rhodiola rosea una pianta originaria delle regioni più fredde del continente asiatico. I guaritori orientali usavano le radici per aumentare la resistenza al freddo e per migliorare appunto l’umore.

La rhodiola rosea è ricostituente e antidepressiva e viene chiamata anche “radice dorata” perché cattura la luce solare e la veicola sotto forma di energia. L’estratto che si ottiene dalle radici regola le funzioni cardiache e risveglia il metabolismo (anche quello più pigro!), inoltre aumenta la concentrazione delle beta-endorfine note per la loro azione di contrasto al cortisolo e agli ormoni responsabili dello stress.

La rhodiola rosea si trova sotto forma di compresse, acquistabili in erboristeria; il trattamento completo prevede l’assunzione di due compresse al giorno per 7 giorni al mattino e al pomeriggio, accompagnate da un bel bicchierone d’acqua. Trattandosi di un rimedio naturale è sempre meglio consultare il proprio medico prima di procedere per verificare un’eventuale sensibilità verso i principi attivi della rhodiola rosea.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 11 Media: 5]
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.