Come aiutare il corpo a metabolizzare i cibi in maniera più veloce

A volte è necessario ri-educare il metabolismo, quando si mangia poco e la bilancia continua a salire è il momento di intervenire. Con l’arrivo dell’inverno si tende ad essere più pigri, di conseguenza il metabolismo rallenta e si accumula peso. Questo problema è causato anche dal rallentamento della tiroide, di conseguenza si accumulano liquidi nella parte inferiore del corpo, dalla vita in giù, e solitamente si accompagna la stipsi. In soli sette giorni è possibile riportare la situazione alla normalità, senza aspettare l’arrivo della primavera.

metabolizzare il cibo

Appena svegli bevete un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente e assumete una capsula di coenzima Q10, si trova in farmacia e parafarmacia e viene venduto senza ricetta medica. Questa sostanza naturale brucia gli accumuli di grasso e riattiva il metabolismo, inoltre contrasta la fame e agisce da anti colesterolo. Potete proseguire il trattamento per un mese. Per dare un’ulteriore scossa al metabolismo dovete iniziare dalla prima colazione, dimenticate caffè e cornetto al volo e concedetevi un momento tutto per voi, a casa, con tè rosso, pane azzimo con marmellata di agrumi, yogurt naturale, kiwi e una manciata di mandorle.

Un altro menu per la colazione è caffè d’orzo macchiato con latte di mandorle, yogurt scremato, spremuta d’arancia e pane azzimo con miele di agrumi. Durante la giornata potete concedervi degli spuntini a base di frutta fresca di stagione come uva, mele, pere; a pranzo e a cena non dovete appesantirvi troppo e le ricette sono perfette anche per chi lavora e ha poco tempo per stare in cucina, potete provare il risotto al radicchio (senza vino e formaggi), la sogliola al cartoccio, l’insalata di finocchi e arancia con ravanelli e alghe in polvere, una vellutata di carciofi, merluzzo al vapore con patate, fesa di tacchino o petto di pollo alla griglia, tutto poco condito con olio extravergine di oliva.

E per una super merenda che sblocca il metabolismo preparate un succo a base di zenzero, mela e carota, l’abbiocco pomeridiano sarà solo un brutto ricordo e la vostra tiroide tornerà a funzionare come prima.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 25 Media: 3.9]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM