Mele rosse: golosa tentazione

Le mele rosse sono il simbolo del desiderio proibito, eppure sono accessibilissime in qualsiasi periodo dell’anno. La mela rossa è il frutto perfetto, tanto che è diventato il simbolo della tentazione, da Adamo ed Eva sino a Biancaneve, la storia è piena di racconti e leggende in cui è la protagonista assoluta.

apple-661726_960_720

Una cosa è certa: la mela rossa è uno dei frutti più conosciuti e apprezzati in tutto il mondo. Non a caso Steve Jobs ne ha fatto il logo della sua azienda informatica, ma questa è un’altra storia. Vi sono molte varietà di mele, quella rossa è croccante e acidula al punto giusto, inoltre contiene nutrienti preziosi come proteine, zuccheri, fibre, polifenoli, sali minerali e vitamine. Abbiamo deciso di darvi qualche consiglio per rendere meno monotona la mela rossa perché in cucina si presta a tantissimi abbinamenti sia dolci che salati.

Per apprezzare la mela rossa non occorre gustarla a crudo, ma si può trasformare in chips, composte e frullati. Le composte sono davvero semplici da preparare, le mele infatti sono ricchissime di pectina e aggiungendo vaniglia o cannella e cuocendo a lungo a fuoco basso, si ottiene una salsa gustosa, perfetta per accompagnare le fette di pane tostato a colazione. Le chips (che sono andate a ruba nel padiglione Svizzera di Expo 2015) si preparano togliendo il torsolo e tagliandole a fettine sottili, poi si cuociono in forno per 5/6 ore a 80-90°.

Includere le mele rosse nell’alimentazione offre molti vantaggi, non a caso dice che una mela al giorno toglie il medico di torno. La mela è un frutto che aumenta il senso di sazietà e le fibre di cui è ricca riduce i disturbi intestinali e previene alcuni tipi di cancro. La mela rossa funziona come una calamita per i metalli pesanti in circolo nel nostro organismo, tra cui piombo e mercurio, in questo modo gli organi diventano più efficienti.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 11 Media: 4]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM