Ortoressia: l’ossessione del cibo sano che ostacola le relazioni sociali

Mangiare in modo sano può diventare una vera e propria ossessione, tanto che non si riesce a liberarsi del pensiero fisso del cibo bio e la dieta vegana (rigida) ostacola le relazioni sociali. Sicuramente vi sarà capitato più di qualche volta di ritrovarvi a cena con qualche vegano oppure di dover invitare delle persone che mangiano solo cibi bio. Questa tendenza salutistica non è sbagliata, soprattutto alla luce degli studi condotti negli ultimi decenni che ci hanno messi in guardia da alcuni prodotti come la carne rossa.

carrots-673184_960_720

Non dimentichiamo la minaccia silente di quelli che i nutrizionisti considerano i veleni bianchi ovvero zucchero, farina, sale e latte. Tuttavia il rischio è quello di diventare così dipendenti da sviluppare un disturbo alimentare.

Questo disturbo del cibo sano a tutti i costi è conosciuto come ortoressia, dal piacere di nutrirsi di cose sane si arriva all’ossessiva ricerca di prodotti che non siano contaminati in alcun modo. Dietro si nasconde il tentativo di voler controllare ansie, paure e fobie, eliminando intere categorie di alimenti dalla propria dieta sino a trovare rifugio sicuro nella dieta vegana o macrobiotica.

Chi soffre di ortoressia ha paura di ammalarsi, crede nel potere del cibo sano, conosce a memoria tutte le sostanze nutritive di cui è composto e legge sempre l’etichetta per accettarsi della provenienza. Purtroppo il rischio di malnutrizione è molto alto e si ottiene il risultato opposto, senza contare che demonizzando e disprezzando i cibi si finisce per isolarsi perché nessuno vuole un ortoressico a tavola.

Quando ci si trova davanti un soggetto affetto da ortoressia, non si deve commentare in modo negativo ogni comportamento strano, ma si può provare ad entrare nel suo mondo proponendo di andare a fare la spesa insieme e cucinare, creando scompiglio nella routine maniacale. Gli amanti del cibo sano oltre ad una dieta equilibrata amano associate uno stile di vita congruo e se trasgrediscono qualche regola fanno qualche rinuncia in più il giorno seguente, senza troppi problemi.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 17 Media: 5]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM