Coda cavallina, rigenerante naturale

La coda cavallina è ricca di sostanze minerali, specialmente di silicio e potassio; contiene inoltre una saponina (l’equisetonina), flavonoidi, cui deve l’effetto diuretico, vari acidi organici, resine. Ha proprietà remineralizzanti, diuretiche e depurative. emostatiche e, in applicazione sterna, cicatrizzante. I risultati migliori si ottengono combinando l’uso interno (tisane) con quello esterno (applicazioni sulla pelle). La coda cavallina è indicata nei processi degenerativi della pelle, del tessuto connettivo e delle ossa grazie al silicio che il questi tessuti stimolala rigenerazione delle fibre di collagene ed elastina che, con l’età , perdono elasticità e consistenza.

Applicata in impacchi, o assunta per via orale, combatte la flaccidezza della pelle, rughe e smagliature e le restituisce un aspetto luminoso ed elastico. Da buoni risultati nelle ulcere varicose, negli ascessi, in ferite, eczemi, congiuntivite. E’ indicata anche nell’artrosi, nel’osteoporosi, nel rachitismo. Inoltre è utile ogni volta che sia necessario ottenere un effetto diuretico e depurativo, quindi in ritenzione di liquidi, litiasi renale, infezioni urinarie, gotta, eccesso di acido urico, renella, coliche renali ecc. Può essere impiegata anche come coadiuvante nella terapia dimagrante. Nelle emorragie, applicata localmente o presa per via orale con il succo fresco della pianta, esercita un notevole effetto emostatico. Infatti nei casi di anemia secondaria a emorragie, la coda cavallina è capace di aumentare anche i globuli rossi nel sangue e il tasso di emoglobina.