Russare: cause e rimedi

Russare è un problema di salute: a soffrirne è circa il 50% degli uomini sopra i 50 anni.

Il disagio non riguarda solo il soggetto interessato, ma anche chi trascorre la notte al fianco di un russatore: l’unico desiderio è quello di farlo cessare! Scossoni e rumori sono soluzioni temporanee, che interrompono il russatore solo per qualche istante.

Il rumore è generato quando l’aria dei polmoni non riesce a fluire liberamente attraverso la gola a causa di un restringimento dei passaggi nella zona posteriore della bocca e del naso.

LE CAUSE

Le cause che portano un soggetto a russare possono essere varie:

  • aumento del grasso corporeo depositato nel collo e nella gola che ostruisce le prime vie aeree;
  • assunzione di alcolici, alimentazione scorretta con dosi eccessive di carboidrati e grassi;
  • rilassamento dei muscoli della gola;
  • assunzione di sedativi e/o sonniferi prima di andare a letto;
  • raffreddore e allergie;
  • posizione della lingua: durante il sonno la lingua tende a “cadere” verso la gola tappandola.

I RIMEDI

Ti forniamo qualche consiglio pratico per riposare bene. Se nonostante questi consigli, il problema persiste è preferibile rivolgersi ad un medico: russare, infatti, può essere considerata una vera e propria malattia.

  • evita di dormire supini: coricati sul fianco e tieni la testa sollevata con due cuscini in modo da ridurre l’ostruzione delle vie aeree;
  • bevi poche bevande alcoliche: l’alcol rende il sonno più pesante e russare diventa più facile;
  • non bere tisane o camomilla prima di andare a dormire ed evita di prendere sedativi;
  • perdi peso: l’accumulo di grasso intorno al collo e nell’addome sono tra le principali cause;
  • applica un cerottino nasale che dilata le narici e favorisce il passaggio dell’aria;
  • se la causa è il raffreddore o un’allergia, fai degli spray decongestionanti prima di andare a dormire.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 5 Media: 5]