Fattori determinanti il peso

Sono molteplici i fattori che determinano il peso della persona:

  • fattori ormonali: il corpo di un uomo generalmente ha un 15% di grasso, mentre nella donna il 23% del suo peso è grasso. Ciò è dovuto al fatto che la donna possiede una maggiore quantità di cellule adipose rispetto all’uomo. Se entrambi consumano la stessa quantità di calorie, la tendenza ad ingrassare sarà maggiore nella donna che nell’uomo. L’uomo brucia più calorie che la donna, sia se svolge attività fisiche, sia se sta a riposo, ed inoltre, il suo metabolismo ha bisogno di un supplemento calorico per il buon funzionamento del corpo. Nella fase premestruale, l’incremento dei livelli dell’ormone progesterone induce la donna a mangiare più; c’è anche una maggiore tendenza al consumo di alimenti dolci, dovuto alla caduta del livello di zucchero nel sangue. Durante l’ovulazione, nel corpo della donna si libera, in grandi quantità, l’ormone estradiol, che tende a diminuire la sensazione di fame. Oltre agli ormoni sessuali influiscono anche gli ormoni digestivi, coma la tiroide.

  • fattori genetici: non esiste un “gene” del grasso, propriamente detto, ma varie indagini statistiche hanno constatato che il padre o la madre del 70% dei soggetti obesi lo sono. Una caratteristica innata che può favorire l’obesità è la presenza di un maggiore numero di cellule adipose che immagazzinano nel suo interno i grassi che vengono consumati durante la vita.
  • fattori psicologici: dalle prime settimane di vita, diversi fattori psicologici possono innescare anche nel bambino una tendenza all’obesità; questi fattori vanno legati all’educazione alimentare, alla formazione dell’autostima, etc.
  • lo stress: quando il corpo è teso segrega più adrenalina, essa fa aumentare il livello di zucchero nel sangue. Lo stress può provocare una necessità compulsiva di mangiare alimenti zuccherati, come dolci e cioccolatini. Quando si mangia, essere teso o angosciato è dannoso per la salute, perciò prima di qualunque cibo è buono realizzare un esercizio di rilassamento, anche breve, affinché il nostro corpo assorba gli alimenti in una maniera più equilibrata e salutare. Quindi è importante nutrirsi con calma e masticare circa 20-25 volte ogni boccone: ciò facilita la digestione e permette di sentirsi soddisfatti con meno quantità di cibo.
  • uso di medicinali: l’uso di diuretici, lassativi e moderatori dell’appetito, comprese le anfetamine, può essere molto pericoloso, soprattutto se li prendiamo senza prescrizione medica.
  • attività fisica: affinché gli esercizi fisici brucino le calorie, evitando che gli eccessi si accumulino nel nostro organismo in forma di grasso, è necessario che vengano praticati regolarmente e continuità. E’ raccomandabile effettuare un controllo medico prima di qualunque programma di esercizi. I migliori esercizi per dimagrire sono: camminare, andare in bicicletta, nuotare, ballare. Molto importanti sono anche i massaggi, che attivano la circolazione: affinché essi abbiano un effetto dimagrante devono, però, essere associati all’esercizio fisico e ad una dieta equilibrata.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 4]