Le erbe fanno bene davvero?

Da sempre gli esseri umani hanno usato determinate erbe e loro miscele per curare alcune malattie. Ed oggi in commercio ci sono addirittura dei farmaci ricavati da essenze vegetali. Dal punto di vista scientifico questo uso è sempre stato visto con scetticismo, perchè non è chiara la modalità di azione nel nostro corpo. Ma una recente ricerca americana ha sviluppato un metodo per testare in laboratorio l’effettiva azione di determinate erbe sugli organismi viventi. I primi risultati sono sorprendenti.

Il team dell’università americana del Maryland (Baltimora), ha effettuato una valutazione sistematica della somministrazione di due particolari miscele di erbe, molto usate nella medicina tradizionale cinese, coreana e giapponese per contrastare e prevenire anche gravi malattie (diabete, tumuri, disturbi gastrointestinali). Ma soprattutto miscele che hanno la fama di migliorare le aspettative di vita. In particolare, queste formidabili proprietà medicinali sarebbero attribuite a due essenze vegetali presenti in alcune miscele: la corteccia dell’albero della cannella e la radice del ginseg.

La ricerca ha dimostrato che è tutto vero: il campione su cui è stata somministrata la miscela a base di corteccia di cannella, (dei vermi lunghi 1 mm) ha mostrato un aumento della vita media tra il 10 e il 15%; mentre il ginseng l’ha aumentata del 7,7%. Per il momento è stato dimostrato che un effetto medicinale di queste essenze vegetali effettivamente esiste, per arrivare a produrre medicine per la cura diretta di determinate malattie o un “elisir” che allunga la vita, la strada è ancora lunga. Ma intanto il primo fondamentale passo è stato compiuto e non è poco.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 11 Media: 4]