Riflessologia plantare fai da te

Continuo dell’articolo precedente. Per sfruttare i benefici di una riflessologia plantare “fai da te” è importante praticare 10 minuti al giorno, quindi solo 5 minuti per piede, meglio se abbinati a un pediluvio aromatico: si dorme meglio e il mattino dopo espellerai le tossine che si sono messe in moto durante la notte. Il sesamo e il cipresso sono i due oli da utilizzare per il massaggio perché hanno degli effetti rivitalizzanti e drenanti.

Quindi, mettiti seduta su una sedia, preferibilmente la sera, oppure a terra. Piega la gamba sinistra sulla destra in una posizione rilassata, cercando di non provocare tensione al corpo. Ungersi le mani con un cucchiaino di olio di sesamo diluito con 5 gocce si olio essenziale di cipresso, che stimola la circolazione. Inizia a massaggiare con la mano destra per tutta l’arcata plantare, partendo dall’alluce e scendendo fino al tallone, questo per 5 minuti. Si massaggiano le dita, poi si passa al centro del piede e si arriva in basso, stimolando così tutti gli organi del corpo. Ripetere il trattamento sull’altro piede.

Dopo il massaggio, riempi una bacinella con dell’acqua tiepida, una manciata di sale grosso e 10 gocce di olio essenziale di eucalipto. Sul fondo poni uno strato di pietre arrotondate che si trovano nei fiumi o più comunemente in riva al mare, e mentre stai con i piedi immersi, strofinali leggermente ai ciottoli. Riattiverai la microcircolazione, eliminerai il gonfiore e ti assicurerai un sonno profondo e rilassante che migliorerà l’aspetto dei tuoi piedi.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 8 Media: 4.5]