L’appendice difende l’intestino da infezioni

Un recente studio effettuato dai ricercatori del Winthrop-University Hospital (USA), i cui risultati sono stati poi pubblicati sulla rivista specialistica Clinical Gastroenterology and Hepatology, ha dimostrato che, contrariamente a quanto si è sempre pensato, l’appendice non è una parte inutile del nostro corpo, anzi a quanto pare avrebbe delle proprietà difensive per il nostro intestino, difendendolo da infezioni, in quanto è considerata “riserva di batteri buoni”

La ricerca ha infatti dimostrato che chi ha subito l’asportazione dell’appendice è maggiormente a rischio di contrarre un’infezione causata dal batterio denominato Clostridium difficile, appartenente alla famiglia Clostridiaceae; La ricerca è stata effettuata su 254 pazienti e su tutti questi si è verificato che chi non aveva più l’appendice era 4 volte più a rischio di contrarre una nuova infezione.Nello specifico i pazienti con l’appendice hanno un rischio dell’11%, per quelli senza il rischio è del 48%.

Il batterio Clostridium si fa presente quando la flora intestinale subisce danni importanti ad esempio l’assunzione di una dose massiccia di antibiotici. James Grendell, che si è occupato del coordinamento dello studio ha inoltre spiegato in merito che:“Se l’infezione ritorna, probabilmente la riserva non e’ stata ripristinata correttamente, forse proprio perché non è presente l’appendice”.

 

 

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 10 Media: 4]