Home Diete Dieta Dukan: cos’è, benefici, alimenti consigliati e sconsigliati e menu

Dieta Dukan: cos’è, benefici, alimenti consigliati e sconsigliati e menu

Oggi come oggi sentiamo molto spesso parlare della dieta Dukan. In un certo senso, ha rivoluzionato il mercato delle diete e ha creato nuove prospettive nel campo del dimagrimento e del perdere peso

Dieta-Dukan

La dieta Dukan è un regime alimentare che ha trovato milioni di sostenitori in tutto il mondo, che ha però catalizzato altrettante critiche su di se, proprio a causa di quelle regole che non sono ben viste dalla comunità scientifica e gli esperti di nutrizione.

Si tratta di una dieta altamente ipercalorica, ciò significa che predilige un alto consumo di calorie. Ma di cosa stiamo parlando esattamente? Quali sono i principi della dieta Dukan? E gli effetti collaterali? Con l’articolo di oggi vogliamo farvi vedere questo regime alimentare da ogni prospettiva possibile, concludendo in fine, con un elenco degli alimenti consigliati e quelli sconsigliati, oltre che un esempio di menù.

Chi è il Dottor Dukan

Il Dottor Dukan è l’inventore del regime alimentare che oggi vi sta appassionando. Si parla di un noto nutrizionista francese che delineando e creando nei minimi particolari la sua dieta, ha ottenuto una vera e propria fortuna. L’idea di creare un regime alimentare alternativo gli arriverà nel ’75. Entrando in contatto con persone obese, decise di volerle aiutare a ritrovare la salute. Il dottore si accorse che tutte le altre diete funzionavano solo parzialmente, e che, una volta interrotte, i chili persi venivano ripresi con gli interessi.

Iniziò così a delineare la sua dieta, la quale fu destinata ad essere completa solo vent’anni dopo. Il successo della dieta Dukan è legato alle recensioni positive di chi l’ha provata, ma la sua “invenzione” lo ha portato a dover affrontare anche una radiazione dall’Ordine dei Medici. Ciò significa che non può più esercitare la professione medica a causa del suo regime dietetico, considerato dagli esperti estremamente pericoloso per la salute.

Dal 2000, anno in cui pubblicò il suo libro “Non so come dimagrire”, di cose ne sono cambiate. Oggi infatti il suo servizio è diventato commerciale a tal punto che anche le farmacie vendono i suoi prodotti e ciò accade anche su numerosi e-commerce.

Tuttavia, se è vero che è stato radiato dall’Albo, Pierre Dukan ha preceduto tale decisione, ritirandosi lui stesso con un anno di anticipo, forse proprio perché sentiva piovere addosso la decisione imminente. Nonostante ciò, la sua dieta continua a funzionare magnificamente e sono milioni le persone che aderiscono a questo regime alimentare, comprese tantissime star di Hollywood.

Dopo il suo ritiro, provò a presentare un progetto in cui facendo il giro delle scuole, provava a educare i ragazzi sull’importanza di un corretto peso e di quale fosse la giusta alimentazione. Il Ministero dell’Educazione francese ha respinto l’idea.

Cos’è la dieta Dukan?

Adesso che abbiamo visto a grandi linee chi ha inventato questo regime alimentare e cosa ha comportato per la sua vita, entriamo nel vivo della questione e vediamo insieme cos’è la dieta Dukan. Se già da qualche tempo vi state interessando a questa dieta, saprete ormai che è suddivisa in 4 precise fasi, reputate dai sostenitori più accaniti come “miracolosi”. Siti web e riviste cartacee non fanno che parlarne e in molti la definiscono la “soluzione ideale” per perdere peso in modo definitivo, senza l’effetto yo-yo.

Le 4 fasi della Dieta Dukan hanno un’intensità decrescente e vanno a stimolare il metabolismo, così da risvegliarlo. Molti nutrizionisti criticano la dieta Dukan per il suo schema, altri invece, lo approvano. Il nostro consiglio invece, è quello di chiedere sempre il parere del dietologo o nutrizionista prima di iniziare una qualsiasi dieta, compresa quella Dukan.

 

 

Come funziona la dieta Dukan

Il procedimento della dieta Dukan può risultare inizialmente molto invadente. Tutto lo schema però, si basa sull’idea che l’essere umano deve seguire i principi nutritivi che adottavano anche l’alimentazione dei nostri avi. In poche parole, l’alimentazione quotidiana deve essere ricca di verdure e proteine.

Questa dieta prevede il consumo di 100 alimenti, suddivisi in: 28 alimenti provenienti dal mondo vegetale, 72 provenienti dal mondo animale. Tutti gli alimenti concessi in nel regime alimentare in questione, possono essere consumati in quantità illimitati e in qualsiasi momento.

Forse è proprio questo uno dei motivi per cui moltissime persone sono state tentate a provare questo regime alimentare. Si parla infatti di un’alimentazione che non impone piccole porzioni, ma tutti possono consumare gli alimenti consentiti nelle quantità che desiderano. È come se la dieta del dottor Pierre Dukan dicesse: “mangia quanto vuoi, ma solo gli alimenti consentiti”.

La dieta Dukan funziona per l’elevato consumo di proteine. In pratica, stimola il corpo a bruciare più calorie, velocizza il metabolismo e permette di smaltire i chili di troppo.

Le 4 fasi della dieta Dukan

dieta dukan 2

Come abbiamo accennato, la dieta Dukan si suddivide in 4fasi. La prima è chiaramente quella più “aggressiva”, mentre l’ultima, sarà quella di mantenimento. Vediamole nello specifico.

Dieta Dukan, la fase di attacco

Questa fase può durare dai tre ai 10 giorni. A incidere sulla durata della fase d’attacco sono vari fattori personali, tra cui il peso. È un passo fondamentale ma anche piuttosto rapido. È questa fase che permette di dare una sterzata al metabolismo, così da indurlo subito a bruciare le calorie. In brevissimo tempo la persona inizierà a poter testare risultati reali e visibili. Ecco che, oltre a dare una “botta di vita” al metabolismo, anche l’autostima raggiungerà livelli più che soddisfacenti. Non dimentichiamoci infatti che una dieta non deve solo far perdere peso, ma anche stimolare la persona affinché ritrovi la fiducia in se stessa.

Tuttavia la dieta Dukan nella fase di attacco ha un menu poco apprezzato dai nutrizionisti, proprio perché porta a un dimagrimento repentino che potrebbe danneggiare il corpo. L’alimentazione corretta prevede infatti che il peso scenda in maniera del tutto graduale, senza andare a stravolgere troppo l’organismo.

Durante questa fase, la persona potrà assumere solo i 72 alimenti proteici che provengono dal mondo animale, i quali sono costituiti da proteine pure. Non sono quindi, almeno inizialmente, consentite le 28 verdure.

Praticamente durante la fase di attacco, è possibile assumere i 72 alimenti principali, tra cui carne rossa e bianca, uova, latticini, tantissimo pesce e crostacei. Non è consentito in alcun modo l’olio, mentre è possibile condire le pietanze con il sale, la cipolla, l’aceto e il limone.

Fase di crociera

La seconda fase è definita “di crociera”. Già il nome ispira, perché ricorda qualcosa di estremamente semplice e rilassante. Purtroppo però, ancora dobbiamo lavorare molto sul metabolismo che ha sempre bisogno di una bella sterzata. Dopo i primi risultati ottenuti con la fase di attacco, ecco che nella fase di crociera è necessario raggiungere il peso forma. In alcuni giorni sarà possibile assumere solo gli alimenti proteici, in altri giorni invece, si potranno integrare anche i vegetali.

Se state leggendo con attenzione la cosa e la state studiando, vi renderete conto che in tutto questo manca una cosa di estrema importanza per il corpo. Questo schema non prevede ancora l’integrazione dei carboidrati. Le polemiche qui arrivano ancor più forti, e, oltre ad essere rivolte alla mancanza nel menu della dieta Dukan di pasta, pane ecc, sono destinate a colpire anche la poca presenza di verdure. Queste è vero che vengono integrate, ma non in grandi quantità.

In questa fase come in tutte le altre, la persona dovrà bere moltissima acqua, evitando ovviamente tutte le bevande gasate. Durante “la crociera” sarà possibile integrare anche l’olio di semi, ma solo per la cottura di verdure e in dosi molto limitate.

La durata di questa fase è molto relativa, in quanto si potrà passare alla successiva solo dopo aver raggiunto il peso forma stabilito.

Fase di consolidamento

Con la terza fase, definita di “consolidamento”, si può integrare nuovamente alcuni alimenti che erano stati eliminati. Ad esempio  le ricette della dieta Dukan potranno includere nuovamente la frutta, una porzione al giorno e cibi come la patata, il grano saraceno e i semi dei cereali.

Nuovamente la durata della terza fase è in relazione a quanti chili sono stati persi nelle fasi precedenti. Se ad esempio sono stati persi 5 chili, dovremo fare 5 x 10. Ecco che la fase di consolidamento durerà 50 giorni.

Fase di stabilizzazione

La fase di stabilizzazione è la quarta e ultima. È molto importante e deve essere seguita con la massima attenzione perché grazie a questa fase non si andrà più a riprendere il peso passato, con gli interessi.

I cibi consentiti nella fase di stabilizzazione sono moltissimi. In prima linea troviamo come sempre le proteine animali, come la carne, le uova e il pesce. La carne è preferibile quella bianca, il prosciutto è meglio quello cotto purché si elimini completamente il grasso. Dovrebbero essere assimilate due porzioni al giorno.

Il pesce dovrà essere assunto circa tre volte a settimana, compreso quello grasso. I salumi dovrebbero essere consumati una volta al mese, mentre le uova fino a 4 volte a settimana.

Sono consentite tutti i tipi di verdura, preferibilmente però dovrebbero essere consumate crude. Sono ammesse in quantità illimitate. I diabetici dovrebbero evitare di consumare grandi quantità di carote e barbabietole.

Nella fase di mantenimento è possibile integrare i carboidrati. È stato stimato un consumo di circa 200 grammi al giorno di: pasta, pane, legumi, riso, fette biscottate. La frutta può essere consumata 2-3 volte al giorno. Può andar bene anche la frutta secca.

Sono ammessi un massimo di 10 grammi di burro ogni giorno e due cucchiaini di olio a pasto. Non dovrebbero invece essere consumati i dolci.

Nella fase di stabilizzazione però, almeno un giorno a settimana, stabilito solitamente il giovedì, è necessario mangiare solo i 72 alimenti di origine animale.

Questa fase segue le regole di una buona alimentazione, ma impone che almeno un giorno si mangino solo i 72 alimenti consentiti di origine animale. Deve essere seguita per tutta la vita.

Effetti negativi della dieta Dukan

La dieta Dukan fa male? Sono diverse le critiche mosse contro questo regime alimentare. La prima è ovviamente l’eccessiva assunzione di proteine durante le prime fasi. La seconda è la scarsa assunzione di fibre e la terza, la totale assenza di carboidrati. Il tutto sempre durante le prime due fasi.

È stata l’ANDID, Associazione Nazionale Dietisti, a evidenziare come la dieta Dukan porti questi squilibri alimentari. Che effetti può avere?

Le diete di tipo iperproteico sono dannose a lungo termine, poiché, come già detto, tendono ad appesantire il lavoro di reni e fegato. Le troppe proteine poi aumentano il rischio di tumori, come ad esempio quello alla prostata e quello al seno, anche in giovani donne ovvero in età precedente alla menopausa.

La Dukan diet e le altre diete iperproteiche sono davvero efficaci per perdere peso in modo rapido e senza sacrificare le gioie del palato. Quel che però sembra trovare tutti i discordi, è la durata di questi risultati. Secondo uno studio francese infatti, circa l’80% delle persone dimagrite attraverso il metodo Dukan, hanno ripreso il proprio peso corporeo sballato a un anno dalla conclusione di questa dieta estrema.

Ciò accade poiché trattasi in realtà di una dieta davvero poco equilibrata. Il nostro fisico ha bisogno invece di equilibrio e pertanto di una totalità di alimento che vanno assunti nelle giuste misure al fine di soddisfare il fabbisogno giornaliero.

Il dottor Pierre Dukan risponde tuttavia che non è un breve periodo a causare i problemi e che comunque sia, il suo regime alimentare permette a milioni di persone che soffrono di obesità di trovare il proprio benessere e diminuire sensibilmente il rischio di malattie mortali.

Possiamo quindi dedurre che Pierre Dukan è ben consapevole dello squilibrio provocato nelle prime fasi, e parla quindi di sacrifici necessari per ottenere ottimi risultati.

Sta solo a voi giudicare questa dieta, ma soprattutto, dovete andare dal vostro dietologo e parlarne con lui. Chiedete il parere di un esperto e cercate di capire se la dieta Dukan e il suo menu fa davvero a caso vostro o è il caso di guardare altrove.

Dieta Dukan: Gli alimenti consentiti nella fase di consolidamento

La Carne
Il Cosciotto d’agnello, Il Prosciutto cotto, Il Filetto di maiale.

Pane
Del Pane ai 5 cereali e quello integrale

Amidi

Da mangiare solamente due volte alla settimana

Pasta
Il Bulgur, La Polenta, Il Couscous, Il Riso integrale oppure quello basmati, Le Patate, Il Farro, Il Riso bianco.

Formaggi
Il Toma, Il Gouda, L’Emmental, L’Edamer

I Legumi
I Piselli, Le Lenticchie, I Fagioli bianchi e i fagioli borlotti

Frutta
Le Albicocche, I Mandarini, Le Mele, Le Fragole, I Lamponi, I Mirtilli, Il Melone, Le More, L’Arancia, L’Anguria, Il Pompelmo, Il Kiwi, Le Pesche, Le Pere, Il Mango, Le Prugne

Dieta Dukan: gli alimenti non consentiti durante la fase di consolidamento

La Carne
Il Prosciutto crudo, La Mortadella

Il Pane
Il Pane bianco e quello giallo di mais

Gli Amidi
Le Patate fritte, ma anche quelle cotte in padella

I Formaggi
Il Brie, La Gorgonzola, Il Pecorino, Il Camembert

La Frutta
Le Uva, Le Ciliegie, Le Banane, Le Mandorle, Gli Arachidi, Le Nocciole, Le Noci, I Pistacchi

Dieta Dukan: gli alimenti consentiti nella fase di stabilizzazione

La Carne
Il Cavallo, La Fesa, L’Arrosto, Il Petto di Pollo, La Sovra coscia, Il Filetto di manzo, Il Coniglio, Le Quaglie, Il Tacchino

Il Pesce
L’Orata, Il Dentice, Il Branzino, La Sogliola, Il Rombo, La Triglia, Il Granchio, I gamberetti, Le Cozze, Le Ostriche, Le Capesante

Le Uova
Solo l’albume

Latticini
I Formaggi freschi light, Gli Yogurt magri, Il Seitan, Il Tofu

Dieta Dukan: gli alimenti non consentiti nella fase di stabilizzazione

La Carne
Non sono consentiti i tagli per il bollito del manzo, la costata del vitello, le ali e la pelle del pollo e il maiale in generale.

Il Pane
Il Pane bianco e quello giallo di mais

I Latticini
Tutti i formaggi normali e il latte intero

La dieta Dukan dei 7 giorni per perdere fino a 15 kg!

Lo schema della dieta Dukan è adesso disponibile anche nella versione last. In soli 7 giorni potete arrivare a perdere fino a un massimo di 15 kg. Pierre Dukan ha ideato questa dieta veloce, che si basa sempre sui supposti della dieta così come è stata ideata, solo che in una sola settimana vengono riunite le famose 4 fasi.

Sembra che con la dieta Dukan dei 7 giorni sia possibile perdere fino a 800 grammi alla settimana. Il programma ricomincia ogni lunedì, interrompendosi il fine settimana. Dovrebbe proseguire fino a quando non si è raggiunto il peso desiderato. Pierre Dukan tuttavia lo ribadisce: è indicata solo per coloro che non devono perdere più di 15 chili.

  • Giorno 1: Esattamente come accade nella prima fase, mangiate solo carne, pesce, latticini e uova. Quindi esclusivamente proteine animali.
  • Giorno 2: qui parte la dieta Dukan fase crociera. Dovete introdurre le verdure e camminare circa 20 minuti.
  • Giorno 3: il menù è uguale a quello del 2 giorno, solo che si aggiungono 150 grammi di frutta, La camminata deve essere di 30 minuti.
  • Giorno 4: integrate 45 grammi di pane integrale. Camminate altri 10 minuti in più.
  • Giorno 5: aggiungete 40 grammi di formaggi, nei quali vi sia solo il 50% di grassi. Ripetere la camminata quotidiana, sempre di 45 minuti circa.
  • Giorno 6: introducete la pasta, scegliete tra: 125 grammi di pasta normale, 220 grammi di pasta integrale, 220 grammi di lenticchie/piselli/ceci, 125 grammi di riso bianco.
  • Giorno : seguite il menù del 5 giorno, più un pasto libero. Camminare per un’oretta.

Dieta Dukan completa: schema di esempio per la fase di attacco

 ColazionePranzoMerendaPrezzo
LunedìYogurt magro con

 

1 cucchiaio ½ crusca

200/250 grammi di Pollo alla griglia1 yogurt magro200/250 grammi di pesce alla griglia
MartedìLatte scremato con

 

1 cucchiaio e ½ crusca

200/250 grammi di frutti di mare  crema formaggio magro1 yogurt magro1 uovo, 2 bianchi di uovo e 200 grammi di pesce
Mercoledì100 grammi ricotta light con

 

1 cucchiaio e ½ di crusca

150 grammi di fegatini di pollo e 50 grammi di formaggio lightShake di proteine in polvere (20 grammi)150 grammi di pollo con omelette.
GiovedìCaffe con un cucchiaio

 

e ½ crusca

200 grammi di gamberetti e crema formaggio magro1 fetta di tacchino250 grammi di affettato magro
Venerdì100 gr formaggio spalmabile con

 

1 cucchiaio e ½ di crusca di avena

2 uova intere con 2 albumi e 50 gr vitello1 yogurt magro150 grammi di molluschi e yogurt
Sabato100 grammi ricotta light con

 

1 cucchiaio e ½ di crusca di avena

150 grammi di Fegatini di pollo e formaggio light1 fetta di tacchino150 grammi di petto di pollo e 1 omelette

La dieta Dukan Last Minute

dieta-dukan

Se hai voglia di perdere peso in fretta e senza sforzi allora puoi provare la dieta Dukan last minute che consente di perdere fino a 2 chili in una sola settimana. Questa dieta segue i principi della dieta Dukan classica, con la fase di attacco, quella di crociera, quella di consolidamento e infine quella di stabilizzazione, ma in pochissimo tempo.

Primo Giorno 

La Dukan inizia con l’assunzione delle sole proteine come avviene nella fase di attacco. Nella fase di attacco della Dukan last minute si possono consumare:
– pollo, coniglio, tacchino, e gallina senza pelle, le parti magre del vitello e del manzo (fesa, controfiletto, filetto e girello);
– cavallo, le frattaglie e la cacciagione tranne l’oca e l’anatra;
– il tofu con massimo l’8% dei grassi, il seitan;
– uova;
– affettati sgrassati e magri che abbiano meno del 4% di grassi;
– pesci e molluschi come il salmone, il tonno, i gamberi, le vongole, le cozze e il granchio;
– latticini magri con un basso contenuto di grassi come ad esempio latte scremato, feta, yogurt magro e formaggi light.

Secondo Giorno 

Il secondo giorno potete aggiungere le verdure seguendo la fase di crociera. In questa fase si possono consumare:
– asparagi
– broccoli
–  broccoli e cavolfiore
– cavolini di bruxelles
– cavolo bianco, ma anche rosso e verde
– cetriolo
– cipolla

– funghi

– finocchio
– fagiolini
– lattuga
– melanzana
– pomodoro
– porro
– indivia
– insalata riccia
– rabarbaro
– ravanelli
– peperone
– spinaci
– valeriana
– zucca
– zucchina
– sedano
– soia (germogli)


Terzo Giorno 
Il terzo giorno si può aggiungere la frutta con la fase di consolidamento con:
– banane
– ciliegie
– fragole
– frutta secca e uva
– fichi

Quarto Giorno 
Il quarto giorno si aggiungono pure i carboidrati che sono ricchi di fibre come per esempio il pane integrale.

Quinto Giorno 
Il quinto giorno si possono aggiungere pure i formaggi più calorici e più saporiti con un massimo del 20% di grassi.

Puoi dunque consumare:
– Asiago fresco
– Caciotta
– Scamorza

 Sesto Giorno 
Il sesto giorno puoi anche mettere gli amidi come riso, pasta, polenta e patate.

Settimo Giorno 
Il settimo giorno è il momento della cena di gala dove puoi mangiare tutto quello che vuoi.

Dieta Dukan: 10 cose da sapere prima di iniziarla

La Dukan dieta ha ottenuto negli ultimi anni una grande popolarità. Moltissime sono le persone che la appoggiano, così come quelle che la “bocciano” a priori a causa delle sue regole che la fanno rientrare in un regime alimentare iperproteico.

Ecco un velocissimo riassunto per spiegarvi alcune cose che potrebbero essere utili da sapere prima di iniziare a seguire la dieta Dukan.

1. Dovete rinunciare ad alcuni cibi
Il motivo per cui molte persone decidono di seguirla è che, questo regime alimentare, permette di mangiare grandi quantità di cibo ed essere così sempre sazi. Ciò che la Dukan dieta chiede però, è di rinunciare alla verdura, la frutta, i legumi, i cereali, la pasta e il pane.

In pratica, dovrete nutrirvi nelle prime fasi quali esclusivamente di alimenti ricchi di proteine animali.

Come vedete, la prima richiesta va contro i consigli dei più esperti e affidabili nutrizionisti, i quali al contrario consigliano sempre di ridurre le proteine animali in beneficio a quelle vegetali.

2. La dieta Dukan permette di perdere chili piuttosto in fretta, cosa che aumenta notevolmente l’autostima. C’è però da fare particolare attenzione durante la fase di mantenimento, la quale richiede un certo impegno se non volete riprendere i chili di troppo.

3. Questa dieta è considerata un regime alimentare squilibrato e per tanto pericoloso per la salute.

4. Boris Hansel, endocrinologo che ha condotto uno studio sulla dieta Dukan, ha evidenziato che il 35% delle persone che la seguono riprende i chili persi e a volte con gli interessi.

5. Secondo alcuni esperti la dieta Dukan e le sue ricette per dimagrire hanno effetti negativi sul fegato, i reni e il sistema cardiovascolare.

6. La dieta del Dottor Dukan permette di perdere chili in fretta è vero, ma non può essere praticata a lungo termine a causa delle regole non appropriate per mantenersi in buona salute.

7. Impone restrizioni alimentari molto rigide, alle quali è difficile aderire nel lungo periodo.

8. Non deve essere seguita dalle donne incinte. Soprattutto per quanto riguarda l’eccessivo consumo di pesce azzurro e vitamina A.

9. Guardando la dieta Dukan e i suoi alimenti, vi è una carenza di carboidrati assolutamente nociva. Ricordiamo inoltre che non consumare regolarmente pasta e pane durante la gravidanza può portare alle malformazioni della colonna vertebrale del bambino.

10. L’eccessivo consumo di carne porta all’aumento di colesterolo.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 18 Media: 4.4]