Dieta antigonfiore

A tutte le persone capita, di tanto in tanto, di accusare alcuni tipi di disturbi. Tra i più comuni troviamo senza dubbio il fastidiosissimo gonfiore addominale. Che sia una predisposizione naturale oppure una situazione sporadica, quindi che si presenta di tanto in tanto, praticamente tutti hanno a che fare con questo tipo di problema.cibo 3
Ovviamente vi sono diversi motivi che danno vita proprio a questa indisposizione. Inoltre anche il livello del sintomo potrà variare, da lieve a significativo, fino a diventare debilitante. Ma come è possibile tutelarsi o curare questi disturbi?

La dieta antigonfiore è uno dei metodi adottati proprio per alleviare oppure tutelarsi dai gonfiori addominali. Comunque è sempre meglio consultare un professionista in materia (come un nutrizionista ad esempio), prima di intraprendere una dieta specifica e adatta alla propria situazione.

Un professionista non solo potrà suggerire un programma dettagliato, personale e attendibile, ma potrà anche valutare in base a diversi fattori personali quali l’età, il sesso, il peso, l’altezza, il tipo di lavoro ecc. quanto dovrà durare la dieta antigonfiore.

Iniziare una  dieta antigonfiore, così come un altro qualsiasi regime alimentare specifico, potrà portare all’organismo sia effetti positivi che negativi. Per esempio tra gli effetti negativi è possibile riscontrare: Acidosi metabolica, disturbi gastrointestinali, malfunzionamento di alcuni organi (fagato e reni), disturbi alle ossa ed un aumento di possibilità di tumori e i rischi d’infarto.

Mentre riguardo a gli effetti vantaggiosi è possibile riscontrare: Una miglioramento a livello d’umore, una veloce perdita di peso, più energia e forza nel proprio corpo e meno appetito.

Dieta antigonfiore, una sana alimentazione

L’alimentazione potrà rivelarsi di fondamentale importanza, per contrastare il gonfiore addominale e tutti i suoi sintomi correlati. Ma se i cibi non verranno scelti con cura, sarà possibile ottenere l’effetto contrario. Ovvero far insorgere il gonfiore ed altri problemi collegati ad esso.

Alimenti consigliati per depurare l’organismo ed elimiare gas al suo interno: Anguria, pompelmo, arance e ananas per quanto riguarda la frutta. Questi alimenti contrastano la ritenzione idrica, uno dei problemi quasi sempre collegati proprio ai gonfiori.
E’ sempre consigliata la verdura in generale, il motivo è semplice: le fibre che sono presenti al suo interno. Ottime per regolare l’intestino, eliminare i gas e migliorare l’evacquazione e la pulizia di tutto il sistema digerente.

  • Lo yogurt è un altro prodotto che dovrebbe essere sempre presente in un sano regime alimentare. Compreso anche in una dieta antigonfiore naturalmente. Gli effetti benefici vengono dati anche dai fermenti lattici. Secondo alcuni lo yogurt non dovrebbe essere assimilato, perché aumenta la fermetazione nell’intestino. Si tratta come sempre di punti di vista che si fondono su studi diversi.
  • Cereali integrali, sempre per regolare l’intestino. Le spezie per la mancata presenza di sale, ma ottime per migliorare i sapori.
  • La carne magra è importante per una dieta antigonfiore. Tacchino, pollo e pesce contengono ottime proteine e pochi grassi.
  • Il tè verde è un bevanda indicata per eliminare grassi e liquidi presenti in maniera molto elevata. Inoltre rende anche il metabolismo molto più veloce.

Alimenti sconsigliati in una dieta antigonfiore

Ecco un elenco di alcuni alimenti che possono far insorgere problemi come gonfiori e altri stati negativi dell’organismo.

  • Le bevande gassate sono un tipo di prodotto che può causare gas all’interno del corpo. Inoltre possono aumentare anche la ritenzione idrica.
  • I legumi, solamente se vi sono presenti gonfiori di tipo addominale molto frequenti.
  • Il lievito presente negli alimenti, come il pane e la pizza ad esempio. Reni e fegato sono i primi ad accusare gli effetti del lievito. Anche il gas all’interno dell’intestino potrà verificarsi proprio per causa di questa sostanza.
  • I formaggi grassi inducano l’organismo a lavorare negativamente. Uno di questi aspetti è proprio un rallentamento da parte dalla digestione.
  • Il sale può essere causa della ritenzione idrica. Per ciò alimenti contenenti percentuali elevate di questa sostanza è meglio che siano evitati. Anche gli insaccati rientrano in questa categoria di cibi.

Esempio di menù per una dieta antigonfiore

cibo 2

Se sono presenti determinati sintomi quali pesantezza e gonfiore, una dieta appropriata è quello che occorre. Prevalentemente le calorie sono le prime ad essere diminuite, in questo regime alimentare. Inoltre sarà possibile dimagrire fino a due chilogrammi in una sola settimana.
La durata non dovrà superare le due settimane. Eccetto alcuni casi dove la dieta potrà durarne anche quattro. Chiaramente se è stato un medico a sostenerlo, perché non ritiene dannoso il trattamento dimagrante entro il tempo stabilito.

Ecco un esempio di dieta antigonfiore elencato proprio qua sotto.

Colazione: Caffè d’orzo, oppure latte (parzialmente scremato o di riso), seguito da tre biscotti al riso. In alternativa gallette (non più di tre) e del miele.
Anche una spremuta di pompelmo e uno yogurt magro sono ottimi per questo regime alimentare.

Merenda: Spremuta di arancia, oppure uno yogurt magro.

Pranzo: Due gallette di riso con della bresaola, accompagnata da parmigiano e verdure.
Oppure verdure seguite da tacchino o pollo, comunque sempre carne magra. Anche del riso integrale (circa mezz’etto) può essere inserito in questo passaggio, ovviamente escludendo qualcosa. Il condimento potrà variare dal tonno fino alle verdure.

Cena: Tacchino oppure pollo, seguito da insalata. Oppure del salmone fresco accompagnato da verdure miste cotte alla griglia.
Altrimenti per variare un po’, formaggio (mozzarella e ricotta) e verdure sempre con tre gallette. O gamberi cotti al vapore, escludendo i formaggi è inteso.

Ecco adesso una dieta per coloro che già avvertono il gongiore addominale e cercano un rimedio.

Dieta gonfiore addominale

Colazione: Macedonia (con frutta di stagione) e del latte. Oppure uno yogurt seguito da del tè verde. Infine gallette di riso con marmellata e sempre dello yogurt pr accompagnare.

Merenda: Uno yogurt (magro), o un frutto.

Pranzo: Riso integrale (circa mezz’etto) condito con verdure o del pesce ed una insalatona. Oppure pasta integrale (sempre mezz’etto circa), con verdure per insaporire e un po’ di prosciutto cotto. Infine come ultima alternativa del minestrone (che non sia presente la pasta), delle gallette di riso e della frutta.

Cena: Insalata a base di polpo assieme a pomodorini e patate. Per variare trota al cartoccio e una insalata. Oppure pollo preparato ai ferri, con verdura e tre gallette.

Cause del gonfiore addominale

cibo

Se l’organismo presenta troppa aria oppure liquidi (all’interno dei tessuti) è molto probabile che si manifestino sintomi indesiderati come la pesantezza e il gonfiore addominale per esempio.
Ecco alcune delle cause diagnosticate dalla medicina:

  • Stipsi (oppure stitichezza)
  • Gas intestinale (o meteorismo)
  • Ritenzione idrica
  • Ormoni
  • Cellulite

La stipsi è causa di gonfiore addominale. Se il materiale di scarto (ovvero le feci) non viene espulso
uno dei primi effetti negativi è proprio il gonfiore avverito sull’addome.

Il gas all’interno dell’intestino può risultare molto fastidioso se in grandi quantità. Le bibite gassate ad esempio sono tra i primi responsabili di questo specifico disturbo. Ovviamente se il consumo è molto elevato.

Troppi liquidi nei tessuti causano la ritenzione idrica. Il sale è tra i primi responsabili di questo problema. Anche essere in sovrappeso può conseguire questo tipo di patologia. Il tutto ovviamente causa gonfiore.

Gli ormoni determinano proprio la ritenzione idrica. Specialmente ogni mese (per quanto riguarda le donne) ovvero durante il tempo premestruale. Il gonfiore è collegato a tutto questo naturalmente, ossia è uno dei sintomi facilmente reperibili.

La cellulite è collegata alla ritenzione idrica. Ovvero Troppi liquidi all’interno delle cellule adipose, le quali tendono a gonfiarsi. Dando vita ai famosi cuscinetti

L’importanza dell’alimentazione

Tenere sempre bene a mente che l’alimentazione è fondamentale, per condurre una vita sana e prevenire futuri problemi a livello di salute. Evitare cibi spazzatura, prediligere alimenti sani e proteici. Bera molta acqua (almeno due litri al giorno), consumare carne bianca e pesce.

Limitare inoltre il consumo di carne rossa e alimenti molto salati. Anche cibi con alte percentuali di grasso è meglio evitarli, o comunque assimilarli sporiadicamente. In questo modo prevenire il gonfiore addominale ed altri problemi fisici potrà essere molto più facile.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 11 Media: 4]

ClaudiaL

Informazioni sull'autore
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!
Tutti i post di ClaudiaL