Home Diete Sì alla pasta: le donne italiane bocciano le diete low carb

Sì alla pasta: le donne italiane bocciano le diete low carb

La Doxa, forse la più grande azienda di rilevazioni statistiche che opera nel nostro paese, ha dato il via ad un sondaggio speciale, che si è occupato di stabilire la propensione delle donne italiane per le diete low carb. I risultati sono stati davvero molto interessanti, in quanto le diete proteiche sono state decisamente bocciate dalle donne italiane, che le hanno bollate come malsane ed inefficaci, anche se una donna su tre le ha provate una volta nella vita. Si tratta delle diete che richiedono di non consumare i carboidrati, o per lo meno di limitarne in modo massiccio l’impiego, in quanto colpevoli di far ingrassare e di apportare troppe calorie nel piano alimentare giornaliero.

pasta

Il 72% delle intervistate ha quindi dichiarato che l’alimentazione mediterranea è la più sana, naturale e completa, in quanto permette di variare gli alimenti e di mangiare un bel piatto di pasta al giorno, alimento adorabile che offre energia importante e apporta tante fibre preziose per l’organismo. Non solo, in quanto la dieta mediterranea, a differenza delle diete low carb, offre varietà, permette di mangiare gustosi piatti di carne e di pesce e di mangiare tanta frutta e verdura, alimenti base per la salute dell’organismo.

Ma perché le donne italiane hanno bocciato così clamorosamente le diete proteiche? La prima ragione va ricercata nella composizione, che vieta la pasta e che quindi rende l’alimentazione molto restrittiva in un paese, come l’Italia, dove pasta, pane e pizza sono le basi del pranzo e della cena. Eliminare i carboidrati dalla dieta significa inoltre togliere dei macronutrienti essenziali, quindi scombussolare il metabolismo con ripercussioni gravi sulla produzione del glucosio e dell’insulina, quindi ne vale davvero le pena? Le diete proteiche provocano inoltre la chetosi, ovvero il corpo va a ricercare nutrimento nei grassi invece che negli zuccheri introdotti nei carboidrati, formando quindi le scorie azotate che intossicano l’organismo e che mettono a dura prova la salute del fegato e dei reni.

Le donne italiane non credono, quindi, alle diete low carb, perché offrono una perdita di peso effimera, che può rivelarsi importante al momento, ma che porta ad un aumento del peso a causa dell’effetto yo yo. Una volta che si ricominciano a mangiare i carboidrati il corpo accumula, infatti, risorse intense, il metabolismo si trova in confusione e il risultato è un accumulo di peso ancora maggiore rispetto al punto di partenza. Tutto ciò si traduce in uno stato di affaticamento e di frustrazione, nonché nella comparsa di smagliature che sono a dir poco antiestetiche!

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 11 Media: 5]
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.