Contro i colpi bassi difenditi così

leggere

Ecco le quattro regole sempre valide per scongiurare gli attacchi di fame improvvisa, che inducono ad ingozzarsi.

Carboidrati? Sono ok
Quando sentiamo fame singifica che il corpo sta chiedendo energia. Per evitare la crisi improvvisa, meglio non eliminare dalla dieta in modo drastico gli alimenti ricchi di carboidrati (pane, pasta, patate, frutta) perchè danno energia e stimolano la produzione di serotonina, un neurotrasmettitore che è alla base della sensazione di sazietà .

Tre pasta senza sgarrare
I pasti dovrebbero essere almeno tre, attenzione a non saltarne nemmeno uno, altrimenti gli attacchi di fame improvvisa diventano inevitabili.

Prima sazia la mente
Per allontanare la voglia di fare continui spuntini si può tentare di sfamare per prima la mente. Quando ci si distrae, la fame si fa sentire meno. Se proprio non vi fanno ribrezzo, sappiate che gli alleati migliori sono i libri, soprattutto i gialli e i thriller: coinvolgono e catturano l’attenzione.

Farmaci si ma “light”
Se scacciare la fame è proprio una “mission impossible”, possono venire in aiuto i farmaci. L’importante però è utilizzare quelli che non fanno correre rischi nel prenderli. Meglio lasciar stare i consigli degli amici, ma limitarsi a prodotti omeopatici che aiutano a tenere sotto controllo la fame: si prendono prima di colazione, pranzo e cena e il senso di appetito si attenua, senza provocare effetti collaterali come nervosismo o insonnia.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 17 Media: 4]