La cronodieta

cronodieta

INTRODUZIONE

La cronodieta deve la sua origine e diffusione a due medici italiani che nel 1992, partendo dalla cronobiologia, ovvero la scienza che studia i ritmi biologici, sono arrivati alla formulazione della cronodieta, che nasce come dieta dissociata, quindi come regime alimentare che impone il consumo di determinati nutrienti durante alcuni momenti della giornata e il divieto di assumere durante lo stesso pasto, altri cibi. Nel tempo la cronodieta si sviluppa diversamente, in quanto prevede il consumo di cibi in determinati momenti della giornata,momenti in cui avviene maggiormente l’assimilazione completa dei cibi, anche per questo viene definita dieta dell’orologio .

EVOLUZIONE  E CONTROLLO ORMONALE 

La cronodieta è un regime alimentare basato sull’orario di assunzione dei cibi. Per ottenere buoni risultati, è determinante, oltre alla quantità di calorie ingerite durante le ventiquattr’ore, il momento della giornata in cui si consumano i vari cibi. E’ importante non solo chiedersi quanto mangiare, ma anche quando. Il presupposto sul quale si basa è il controllo ormonale, in linea con la maggior parte delle ultime ricerche scientifiche sull’alimentazione e il dimagrimento. Infatti, esistono ormoni che favoriscono l’accumulo di grasso corporeo e la perdita di massa muscolare e altri che, al contrario, favoriscono lo smaltimento del grasso e la formazione di muscoli. Stimolare con la dieta la secrezione di uno o l’altro ormone significa raggiungere o meno i propri obiettivi; non solo è importante valutare i livelli ormonali individuali poichè alcune persone possono manifestare una naturale eccessiva o ridotta produzione di determinati ormoni.

GIORNATA TIPO

Mattina
Colazione: sono permessi cereali e derivati. Questo genere di alimenti deve essere consumato dalle 7 alle 15. A scelta: latte o yogurt magri con 2 cucchiai di cereali o 2 fette biscottate; tè o caffè, meglio se dolcificati con miele.

Spuntino: 1 frutto di stagione (entro le 10:30).

Giorno
Pranzo a scelta tra: minestrone con riso o pasta; riso con piselli; spaghetti aglio, olio e peperoncino; linguine al pesto; riso e lenticchie; pasta e fagioli; maccheroni con sugo di pomodoro fresco; gnocchi al pomodoro; riso e carciofi; passato di verdura con crostini.
Secondo piatto a scelta tra: insalata mista; verdure miste alla griglia.

Merenda: (entro le 17) 1 frutto a scelta (tranne banana, uva, fichi e cachi), oppure un vasetto di yogurt.

Sera
Cena a scelta tra: coniglio al forno con le zucchine; seppioline in padella e verdure cotte; 2 uova con asparagi; carne alla griglia con bietole; pesce al vapore e germogli di soia in insalata; pollo al limone e finocchi cotti; grigliata di pesce e cime di rapa; carne in umido e melanzane alla griglia; scamorza e radicchio alla griglia; calamaretti in umido e insalata di pomodori.

ORARI E PASTI

Come si può ben capire, i momenti ideali per mangiare sono la mattina presto e il primo pomeriggio, privilegiando il consumo di carboidrati la mattina e le proteine la sera. Questo perché durante il giorno si metabolizzano le energie necessarie per assimilare i cibi introdotti durante il giorno e la sera, i grassi servono a costruire la massa muscolare necessaria.Vediamo nel dettaglio i vari ormoni e rispettive funzioni.

  • Cortisolo: Favorisce la perdita di massa muscolare e grasso addominale. Per questo i carboidrati vanno assunti durante la prima parte della giornata.
  • Insulina: E’ un ormone ipoglicemizzante cioè abbassa la glicemia.
  • GH:  Favorisce l’aumento della massa muscolare. Le proteine vanno assunte di sera per favorire la crescita della massa muscolare.

 PRO E CONTRO DELLA CRONODIETA

Andiamo adesso ad analizzare gli aspetti positivi e quelli negativi della cronodieta. Anzitutto c’è da dire che la cronodieta prevede  il consumo di 4/5 pasti durante la giornata, privilegiando una colazione abbondante e una cena leggera. Certamente però non pesare i cibi da consumare a volte può rivelarsi deleterio,e non sottovalutiamo l’approccio psicologico a tale regime alimentare, dove una persona si vede “costretta” a mangiare in base ad orari prestabiliti e non gusti culinari.

Leggi anche:

  • Cronodieta: Mangiare all’ora giusta per dimagrire

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 12 Media: 4.6]