Mangiare la pasta a dieta, ecco come

Spesso quando si è a dieta si cerca di evitare la pasta. In molti infatti credono che la pasta (e i carboidrati in generale) non siano molto indicati per perdere peso e che al contrario causino l’aumento del peso.

Quando assumiamo i carboidrati il nostro organismo scinde le diverse catene di polisaccaridi in glucidi che sono sempre più semplici. Questi particolari zuccheri sono assorbiti dall’intestino e provocano un aumento nel corpo della glicemia.

Gli zuccheri che si trovano nel sangue sono assorbiti dalle cellule che poi si tramutano in grassi. Si può però mangiare la pasta anche quando si è a dieta senza ingrassare e aumentare di peso, ma al contrario perdendolo. Vediamo dunque qualche consiglio per consumare la pasta anche quando sei a dieta.

I consigli per consumare la pasta anche quando sei a dieta

Mangia sempre una piccola quantità di pasta: consuma ogni giorno circa 80 g di pasta, in questo modo assumerai circa 280 Kcal a pasto e brucerai calorie.

Condiscila con le verdure: per far si che la pasta ti riempa più in fretta e possa saziarti a lungo consumala condendola con un sugo a base di verdure. Ad esempio puoi condire la tua pasta con le verdure trifolate cuocendo in una padella con un filo d’olio le zucchine e le cipolle, con qualche tocchetto di carota. Un ottimo sugo è anche quello a base di melanzane e sugo di pomodoro, da accompagnare con una spolverata di ricotta salata. Per una serata speciale, nella quale vuoi preparare una pasta light, opta per la carbonara di verdure mettendo qualche ortaggio al posto della pancetta.

Metti poco olio: modera l’olio. La pasta olio e parmigiano è molto più grassa di quella con le verdure, perché esageriamo con l’olio per creare il condimento. Usane un filo e moderati, condendo la pasta con le erbette aromatiche e le spezie per dare più sapore.

Metti poco parmigiano: non esagerare nemmeno con il parmigiano che rende la pasta più grassa e difficile da digerire. Meglio una spolveratina e basta.

Mangiala al dente ed integrale: la pasta migliore se siamo a dieta è quella integrale, che contiene fibre e aiuta il regolare funzionamento dello stomaco. Scolala al dente perché così contiene molto meno amido ed è magra, più digeribile e meno grassa.

Usa gli spaghetti: fra i formati di pasta i migliori sono gli spaghetti perché? “riempono” di più il piatto, rendono tanto e da un punto di vista ottico sembrano di più.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 40 Media: 3.2]