Collegati con noi

Come dire addio alla fame incontrollata con le radici commestibili

Come dire addio alla fame incontrollata con le radici commestibili

Uno stratagemma per combattere il senso di fame fuori pasto e proseguire con il programma di dimagrimento è quello di mangiare cibi dal potere saziante. Le radici aiutano a sentirsi sazi e a rispettare un regime alimentare sano ed equilibrato.

Come dire addio alla fame incontrollata con le radici commestibili- foto cure-naturali.it

Le radici vengono considerate alimenti poco nobili per via del fatto che non crescono sotto l’esposizione diretta della luce del sole. Eppure, questo cibo sotto valutato consente alla pianta di ricavare acqua, sali minerali e nutrienti dal sottosuolo e restituire notevoli benefici all’organismo.

Ma quali sono le radici aiutano a sentirsi sazi? Non resta che approfondire l’argomento e scoprire quali valide alleate benefiche aggiungere alla dieta!

  • Carota – Presenta una ricchezza inesauribile di carotenoidi, sostanze utili a stimolare la melanina a reagire ai raggi solari, neutralizzare i radicali liberi, agire sulla visione notturna e aiutare le difese immunitarie.
  • Daikon – La radice nota come ravanello cinese contiene una buona percentuale di vitamina C e un enzima capaci di formare glucosio e isotiacianto di allile (antiossidante).
  • Pastinaca – Questa radice molto simile alla carota presenta da un lato un elevato livello di potassio che favorisce la trasmissione degli impulsi nervosi e la corretta funzionalità cellulare e dall’altro lato un grande quantità di selenio e zinco che sopperisce al funzionamento del sistema immunitario e dell’apparato riproduttivo.
  • Rafano – Può essere considerato un antibiotico espettorante e depurativo per l’apparato respiratorio e un potente antiossidante grazie alla quantità di allile, isotiocianato e sinigrina. La radice deve essere consumata con moderazione per non irritare le mucose gastriche ed risulta sconsigliato in caso di gastrite e gravidanza.
  • Ravanello – Questa radice contiene una quantità ridotta di carotenoidi e un’elevata percentuale di sali minerali e vitamine (vitamina C e vitamine del gruppo B). A cosa serve? Bilancia il PH del corpo e purifica il sangue!
  • Barbabietola rossa – È molto apprezzata per la ricchezza di sali minerali e vitamine: la vitamina K stimola la coagulazione del sangue, le betalaine agiscono come antiossidanti e protettori del fegato e l’unione di luteina e zeaxantina sviluppano effetti benefici sugli occhi.

Le radici commestibili non solo conservano proprietà uniche e benefiche ma riservano un elevato indice di sazietà con pochissime calorie: 110 g di ravanello per 11 Kcal, 110 g di sedano per 20 Kcal e 100 g di carote per 44 Kcal.

Ebbene sgranocchiare le radici tra un pasto e l’altro aiuta a donare un gran senso di sazietà, scongiurare il pericolo di sgarri e ottenere grandi proprietà nutritive.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 4 Media: 3,3]

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, appassionata di regimi alimentari e animata dalla voglia di trovare la ricetta perfetta per uno stile di vita sano.

Lascia un commento

Non perderti questi consigli