Collegati con noi

Come sgonfiare la pancia e dimagrire con i probiotici

Come sgonfiare la pancia e dimagrire con i probiotici

La pubblicità ci ha insegnato che uno yogurt probiotico con milioni di lactobacilli rafforza il sistema immunitario, sgonfia la pancia e conferisce nuova energia e vitalità. E se, oltre ad assicurare il benessere intestinale e le difese immunitarie, fosse possibile dimagrire con i probiotici?

Come sgonfiare la pancia e dimagrire con i probiotici- foto ok-salute.it

Fondamentalmente diversi studi hanno cercato di declinare l’azione regolatrice della microflora intestinale dei probiotici presenti a un programma di dimagrimento.

I “batteri buoni” della flora intestinale aiuterebbero il corpo ad alleggerirsi dalle scorie accumulate, ridurre le situazioni di gonfiore e irregolarità intestinale che fanno aumentare il girovita e a dire addio ai chili di troppo.

La relazione tra la composizione dell’insieme dei batteri presenti nel sistema digerente e la tendenza a ingrassare viene sfruttata non solo per quanto riguarda l’assimilazione di zuccheri, grassi e vitamine ma soprattutto per la perdita di peso.

Microrganismi probiotici VS fermenti dello yogurt

I microrganismi probiotici, diversamente dai normali fermenti lattici, utilizzano ceppi batterici compatibili con il biosistema di origine umana.

Questo significa che i “batteri buoni” riescono a colonizzare facilmente nell’ecosistema dell’intestino  e a proliferare per equilibrare la microflora intestinale.

I fermenti lattici, seppur benefici, non sono adattati all’ambiente intestinale umano e per questo riescono a occupano per un certo tempo ma senza proliferare.

Alimenti probiotici

Un alimento per essere definito probiotico deve contenere almeno un miliardo di batteri probiotici vivi e attivi per grammo capaci di superare lo stomaco e raggiungere l’intestino e svolgere il ruolo a cui sono destinati.

I probiotici si trovano naturalmente in diversi alimenti come il kefir, le verdure in salamoia oppure yogurt o latte appositamente integrati per riuscire a mantenere la linea.

L’assunzione di “batteri buoni” consente di digerire con maggior facilità frutta e verdura, contrastare il gonfiore derivato dalla routine alimentare , assimilare correttamente i nutrienti e agevolare la perdita di peso.

Questo significa che una flora batterica popolata da probiotici equilibra il senso dell’appetito, regola la produzione di succhi gastrici, favorisce il senso di sazietà e gestisce gli attacchi di fame.

Probiotici e fibre

Ovviamente i batteri utilizzati come probiotici a livello alimentare o integrativo sono tanti e diversi, ma non conservano la medesima efficacia.

Semplicemente associando il consumo di prebiotici a fibre o prebiotici (“cibo dei batteri”) è possibile creare un ambiente adeguato alla proliferazione dei batteri benefici.

Frutta, verdura e cereali integrali accelerano la proliferazione dei “batteri buoni”, accelerano il transito intestinale e riducono l’assorbimento di zuccheri e grassi, completando di fatto l’azione sgonfiante e snellente dei probiotici.

Basta inserirli in modo intelligente all’interno della routine quotidiana per riuscire a dimagrire con i probiotici!

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, appassionata di regimi alimentari e animata dalla voglia di trovare la ricetta perfetta per uno stile di vita sano.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Termini di ricerca:

  • probiotico per dimagrire

Non perderti questi consigli