Collegati con noi

Come stabilire l’intervallo tra i vari pasti per accelerare il metabolismo

Come stabilire l’intervallo tra i vari pasti per accelerare il metabolismo

Una dieta sana ed equilibrata propone l’introduzione di uno spuntino a metà giornata e una merenda a metà pomeriggio per accelerare il metabolismo e perdere peso in modo intelligente. Ma come stabilire l’intervallo tra i vari pasti?

Come stabilire l’intervallo tra i vari pasti per accelerare il metabolismo- foto eurosalus.com

Fondamentalmente non esistono evidenze scientifiche che possano confermare con certezza quante ore devono passare dalla colazione al pranzo oppure dal pranzo alla cena.

Più in generale non esistono metodi specifici per suddividere al meglio i pasti della giornata o indicazioni su come stabilire l’intervallo tra i vari pasti.

Questa incertezza viene superata facilmente con una suddivisione comoda in colazione, spuntino a metà mattinata, pranzo, merenda nel pomeriggio e cena.

Le uniche specifiche su come stabilire l’intervallo tra i vari pasti le fornisce il digiuno notturno o meglio il momento di riposo in cui il corpo trascorre ore e ore senza assumere liquidi o sostanze nutritive.

Per non sovraccaricare l’organismo e mantenere attivo il metabolismo è meglio che la cena e la colazione siano separati nel tempo. Qualche esempio?

  • Cena alle 21 – Quando si cena verso le 21.00 è preferibile fare colazione verso le 9 del mattino successivo per migliorare gli sforzi della dieta.
  • Colazione alle 7 – Fare colazione molto presto come alle 7 di mattina comporta un cambiamento dell’orario di cena (non oltre le 19.00).

Tutto questo significa che per sollecitare il processo di conversione del cibo in energia e mantenerlo attivo anche durante le ore è preferibile costruire una routine alimentare sana e scandire i pasti in modo ingegnoso.

Le evidenze scientifiche indicano che è sicuramente preferibile far passare almeno 12 ore dalla cena alla colazione, un’abitudine che nasconde un effetto positivo sulla salute e sulla prevenzione di alcune patologie.

Metodi per accelerare il metabolismo

È fondamentale riuscire a incorporare questa regola all’interno della routine quotidiana per agevolare il processo di dimagrimento e ottimizzare gli sforzi fatti.

Il mantenimento di un intervallo tra un pasto e l’altro lascia spazio a un vademecum di piccole strategie per accelerare il metabolismo:

  • Colazione – Il corpo che non assume cibo dopo il riposo notturno riceve l’informazione di rallentare il metabolismo e immagazzinare qualsiasi sostanza per sopravvivere.
  • Calorie – Seguire una dieta ipocalorica per perdere peso non significa andare al di sotto di 1200 calorie giornaliere per sostenere il metabolismo basale.
  • Spuntini – Frutta, verdure e bevande detox aiutano a non arrivare troppo affamati e a migliorare il metabolismo.
  • Carboidrati – Preferire i carboidrati ai grassi di origine animale o cibi ricchi di grassi consente di migliorare il processo di conversione del cibo in energia.
  • Esercizio fisico – Qualsiasi attività fisica (camminata veloce, corsa, nuoto, danza e altro) attiva il corpo e il metabolismo.
  • Alimentazione – Bisogna evitare bevande alcoliche perché l’alcool rallenta il metabolismo e aumenta l’appetito.
  • Idratazione – Bere molta acqua e integrare i liquidi con tè e tisane permette di idratare il corpo, ridurre la ritenzione idrica, eliminare le tossine in eccesso e dimagrire più facilmente.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 2 Media: 3]

Laureata in Informazione e sistemi editoriali, appassionata di regimi alimentari e animata dalla voglia di trovare la ricetta perfetta per uno stile di vita sano.

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Termini di ricerca:

  • come dividere i pasti per dimagrire

Non perderti questi consigli