Home Dimagrire Come iniziare una dieta col piede giusto

Come iniziare una dieta col piede giusto

Il modo migliore per iniziare una dieta col piede giusto è porsi una serie di domande importantissime per individuare motivazioni, paure e difficoltà. E tu sai come iniziare una dieta col piede giusto?

Iniziare una dieta- foto it.oldmedic.com

Chiedersi il perché della perdita di peso, il ruolo che il cibo ricopre nella vita e l’entità delle reazioni in caso di fallimento permette di vivere la dieta come un percorso consapevole fatto di infinite opportunità per volersi bene.

Iniziare una dieta col piede giusto vuol dire non vivere i menu giornalieri come un costante sacrificio e calibrare meglio le aspettative della dieta.

Domande per iniziare una dieta col piede giusto

Chi sceglie di seguire un regime alimentare diverso e perdere peso deve porsi alcune domande per iniziare una dieta col piede e trovare le risposte giuste per non cedere alla prima tentazione culinaria.

Non resta che scoprire quali domande è bene porsi e quali risposte è bene aspettarsi!

A cosa è dovuto l’aumento di peso?

Il primo passo è capire perché vi è stato l’aumento di peso: ritorno traumatico dalla vacanze, menu alimentari diversi, periodo stressante e così via.

Perché voglio perdere peso?

Trovare le reali motivazioni che spingono a iniziare un percorso di dimagrimento sono fondamentali per non demordere alla prima difficoltà.

L’essenziale è chiarire le idee prima di cominciare il percorso di dimagrimento, visto che esistono dei risvolti psicologici e fisici davvero importanti.

Cosa vedo nel cibo?

Ognuno di noi può vedere nel cibo un mezzo per placare i sensi di colpi o la mancanza di affetto, viaggiare verso nuovi orizzonti o allontanare la solitudine.

Capire a cosa corrisponde il bisogno di cibo che ha portato all’aumento di peso può essere un valido aiuto per imparare a reagire prontamente allo stimolo.

Quali sono le aspettative?

Non è possibile caricare la dieta di un significato troppo irrealistico perché si corre il rischio di abbandonare alla prima aspettativa disattesa.

Il successo di una dieta si constata nel tempo e per questo senza convinzione, pazienza e consapevolezza non si possono aggiungere gli obiettivi.

Qual è la dieta giusta?

Ogni dieta deve essere calibrata in virtù delle esigenze di ogni singola persona, meglio ancora se viene stilata sui gusti personali.

Come comportarsi con chi non è a dieta?

Il cibo è un grande collante sociale che può portare l’esclusione di chi è a dieta da tutti gli incontri sociali che avvengono dinnanzi al cibo.

L’essenziale è capire che la dieta rappresenta un percorso per sentirsi bene e che non c’è nessuna vergogna nel volersi bene. Basta trovare un alleato e andare avanti!

Come risolvere le eventuali difficoltà?

Le difficoltà che si nascondono in una dieta sono tante e il rischio di cadere in tentazione è molto elevato, specialmente durante le occasioni speciali.

È importante capire che cedere a qualche sgarro culinario non è una colpa. Bisogna convivere con le debolezze umane!

Cosa fare se la dieta non funziona?

Ogni persona è un mondo a se stante con obiettivi diversi e risultati differenti. L’impegno può essere ripagato in tempi diversi, magari in un tempo maggiori di quello previsto ma in nessun caso significa che si spreca tempo.

Sacrificio oppure opportunità?

La dieta deve rappresentare l’opportunità di cambiare stile di vita e recuperare forma fisica. Il vero e proprio sacrificio è portarsi dietro il peso accumulato!

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 3,1]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.