Home Dimagrire Come perdere peso con il metodo Cronobiodetox

Come perdere peso con il metodo Cronobiodetox

Avete mai sentito parlare del metodo Cronobiodetox? Si tratta di un approccio costruito intorno a una prima fase disintossicante e una seconda fase creata in base alla propria costituzione. Scopriamolo meglio!

Dieta- foto amoreterra.com

Il cardiologo Massimo Gualerzi, ideatore del metodo Cronobiodetox, è convinto che per perdere peso in modo sano occorra liberare l’organismo dalle tossine, accelerare il metabolismo e mantenere uno stile di vita adatto al ritmo biologico.

Il programma di dimagrimento parte da una fase disintossicante e prevede programmi alimentari costruiti con cibi differenti che seguono i diversi momenti della giornata, le diverse stagioni e gli assetti ormonali.

L’idea di fondo è che l’aumento di peso sia legato all’infiammazione causata dal consumo di alimenti sbagliati e dalla produzione di ormoni che accumulano il grasso corporeo.

Cibi da eliminare

Il metodo Cronobiodetox elimina i cibi ricchi di zuccheri semplici e amidi che saziano velocemente, alimenti ad alto valore glicemico capaci di liberare la produzione di insulina e visfatina, vale a dire due sostanze responsabili dell’aumento di peso.

Il programma alimentare deve essere povero di proteine di origine animale per evitare l’azione della resistina, un ormone che ostacola l’azione dell’insulina di distribuzione degli zuccheri nel fegato e nei muscoli.

È off limits anche il consumo di sale, il condimento in grado di innalzare la pressione sanguigna, infiammare l’intestino, alterare il metabolismo e favorire il ristagno di liquidi.

Cibi da preferire

A tavola bisogna puntare sui prodotti di origine vegetale e cibi ricchi di fibre come i cereali integrali, la frutta fresca e secca e le verdure. Via libera anche al pesce di piccola taglia, ai semi, alla soia e al cioccolato!

Metodo Cronobiodetox

Il metodo Cronobiodetox propone il cibo giusto al momento giusto, insomma un regime alimentare costruito intorno alla costituzione morfologica.

Tipo a mela

Il tipo a mela deve consumare più carboidrati, soprattutto alla sera, in modo da tenere sotto controllo i livelli di cortisolo, un ormone che viene stimolato con le proteine e che viene inibito con i cereali.

  • Colazione – 400 ml di acqua con aceto di mele o tisana con mezzo limone spremuto e zenzero e un’integrazione a scelta tra 250 ml di latte di soia con 2 cucchiai di proteine di soia in polvere, 50 g di cereali integrali, cioccolato fondente e 10 g di semi di chia; 1 yogurt bianco di soia con 2 cucchiai di quinoa in polvere solubile e panino integrale lino con marmellata di frutta senza zucchero; 1 yogurt bianco di soia con 2 cucchiai di quinoa in polvere solubile e 5 biscotti integrali.
  • Spuntino – 150 g di frutta di stagione e 10 g di frutta secca.
  • Pranzo – 200 g verdura cruda condita con olio e succo di limone e un’integrazione a scelta tra un piatto di legumi (tre volte alla settimana), 200-240 g di pesce azzurro (2-3 volte alla settimana) o due uova più due albumi (1 volta alla settimana), accompagnando il tutto con 30 g di pane integrale e 150 g frutta di stagione.
  • Merenda – 125 g yogurt bianco di soia e 10 g di frutta secca.
  • Cena – 200 g verdura cotta o cruda e un piatto a scelta tra 80 g di pasta integrale, 80 g di cereali in chicchi oppure 80 g di couscous.

Non bisogna dimenticare di includere tutti i giorni 3 g di sale iodato, 20 g di olio extravergine di oliva, spezie a volontà e 2 litri di acqua.

Tipo a pera

Il tipo a pera dovrebbe seguire una dieta in grado di svegliare il metabolismo sin dalle prime ore della giornata.

  • Colazione – 400 ml di acqua con aceto di mele o disana con mezzo limone e zenzero, 150 g di frutta di stagione e un’integrazione a scelta tra 250 ml di latte di soia con 2 cucchiai di quinoa in polvere solubile con cioccolato fondente e 10 g di semi di chia oppure 1 yogurt bianco di soia e pane integrale con marmellata senza zucchero.
  • Spuntino – 150 g di frutta di stagione e 10 g di noci.
  • Pranzo – 200 g verdura cruda condita con olio e succo di limone, 1 panino integrale e un’integrazione a scelta tra 100 g di pasta integrale (3 volte alla settimana), 100 g di cereali (3 volte alla settimana) o pizza con farina integrale (1 volta alla settimana).
  • Merenda – Una tisana, 125 g di yogurt bianco di soia e 150 g di frutta di stagione.
  • Cena – 200 g di verdura cotta, 30 g di pane integrale e un piatto a scelta tra 220 g di pesce azzurro o bianco (2 volte alla settimana), 240 g di legumi in scatola (1 volta alla settimana), 2 uova e 2 album (1 volta alla settimana) oppure proteine vegetali biologiche (3 volte alla settimana).

Anche in questo caso è necessario ricordare di inserire ogni giorno 2 g di sale iodato, 30-35 g di olio extravergine di oliva, 1,5 litri di acqua e spezie a volontà.

Tipo omogeneo

Il tipo omogeneo deve rinunciare alla farine bianche e allo zucchero per evitare il rialzo del livello di insulina, al latte e derivati per non ostacolare l’ormone della crescita e al sale per non peggiorare la ritenzione idrica.

  • Colazione – 400 ml di acqua con aceto di mele o tisana con mezzo limone spremuto e zenzero, 250 grammi di yogurt bianco di soia con cioccolato fondente e 10 g di semi di chia, 40 g di pane integrale con marmellata oppure biscotti integrali e 150 g di frutta fresca di stagione.
  • Spuntino – 150 g di frutta fresca di stagione e 10 g di noci.
  • Pranzo – 200 g verdura cruda condita con olio e succo di limone o aceto di mele, 1 panino integrale e a scelta 80 g di pasta integrale o polenta (3 volte alla settimana), 80 g di cereali (3 volte alla settimana) o una pizza (1 volta alla settimana)
  • Merenda – Un tè o una tisana, 125 g di yogurt bianco di soia e 150 g di frutta di stagione
  • Cena – 200 verdura cotta, 50 g di pane integrale e a scelta tra 180 g di pesce azzurro o bianco (2-3 volte alla settimana), 300 g di legumi in scatola (2 volte alla settimana), 2 uova e 2 albumi (1 volta alla settimana) oppure proteine vegetali biologiche (1 volta alla settimana).

Non bisogna dimenticare di includere giornalmente 20-25 g di olio extravergine di oliva, 2 litri di acqua e spezie a volontà.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 5 Media: 3,8]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.