Home Dimagrire Camu camu, il frutto per dimagrire. Funziona?

Camu camu, il frutto per dimagrire. Funziona?

Per dimagrire non servono diete drastiche fatte di rinunce e privazioni quanto piuttosto una dieta equilibrata, una regolare attività fisica e rimedi naturali efficaci come il camu camu. Cos’è? Oggi scopriamo come dimagrire con il frutto amazzonico!

Camu camu- foto ecoo.it

Il camu camu è un arbusto nativo dei terreni alluvionali dell’Amazzonia Brasiliana e Peruviana che produce dei frutti totalmente commestibili conosciuti sin dall’antichità per le loro proprietà depurative, ricostituenti e immunostimolanti.

Studio sul potere dimagrante del camu camu

Dimagrire- foto dermalaserclinics.com

Secondo i ricercatori della Laval University, l’estratto di camu camu potrebbe aiutare ad aumentare il metabolismo e a perdere peso in modo intelligente.

Lo studio condotto sui roditori ha evidenziato negli animali che hanno mangiato questa bacca amazzonica una perdita del 50% di peso in più rispetto a quelli che non si nutrivano di camu camu.

Sono bastate 8 settimane per raccogliere le informazioni sulle proprietà della bacca e pubblicare i dati sorprendenti sulla rivista Gut.

Camu camu: Proprietà e benefici

Camu camu integratore- foto cleanplusonline.com

I frutti del camu camu contengono una percentuale di vitamina C 60 volte maggiore del quantitativo contenuto in un’arancia e risultano 5 volte più antiossidanti di una porzione di mirtilli.

Questo alimento non molto diffuso se non sotto forma di integratori in polvere o in capsule si rivela perfetto per sostenere la salute fisica e mentale.

Le proprietà benefiche dei frutti del camu camu sono riconducibili alla notevole quantità di vitamina C pari a circa 50000 parti per milione (2 grammi di vitamina C per 100 grammi di frutto), ben 50 volte di più di un’arancia:

  • Collagene – L’acido ascorbico, tra le sue proprietà terapeutiche, rivela la capacità di contribuire alla sintetizzazione di collagene, la proteina che sostiene il tessuto connettivo.
  • Neurotrasmettitori – Il consistente apporto vitaminico favorisce la sintesi di neurotrasmettitori come noradrenalina e serotonina e migliora il catabolismo della tirosina.
  • Antiossidanti – La vitamina antiossidante, esattamente come la vitamina E, risulta in grado di proteggere il DNA e contrastare gli effetti dannosi dei radicali liberi.
  • Detossificante – La vitamina riserva una grande influenza sull’eliminazione dei metalli pesanti potenzialmente tossici e i prodotti di scarto del metabolismo dei lipidi.
  • Lipidi – La vitamina C si rivela un precursore per la sintesi della carnitina e un ottimo agente per ridurre il colesterolo plasmatico.
  • Immunostimolante – Le proprietà antisettiche e antinfiammatoriegiocherebbero un ruolo importante nella prevenzione tumorale.
  • Energia – Nell’ottica di un allenamento regolare e costante, infatti, la vitamina C si rivela una “vitamina contro la fatica” perché promuove l’assemblaggio di glicogenonel muscolo e riduce il dolore successivo.
  • Antinfiammatorio – La vitamina C ha un potere antinfiammatorio che riesce a regolare i livelli endogeni di istamina e gestisce le risposte infiammatorie e allergiche.
  • Ferro – La vitamina C interviene nella biosintesi degli acidi biliari e favorisce l’assorbimento di ferro a livello intestinale.

Aminoacidi nel camu camu

Aminoacidi- foto mensjournal.com

Forse qualcuno non lo sa ancora, ma i frutti del camu camu contengono tre importanti aminoacidi:

  • Valina – L’aminoacido essenziale ricopre un ruolo di prim’ordine nella ricostruzione dei tessuti e nell’assorbimento dei nutrienti.
  • Leucina – Questo aminoacido essenziale (aminoacidi ramificati) stimola la sintesi proteica e sfugge alle logiche del catabolismo muscolare durante le attività fisiche intense e, quando viene convertito in chetone, si comporta come fonte energetica.
  • Serina – L’aminoacido non essenziale risulta importante per la produzione dell’energia metabolica sotto forma di Adenosina Trifosfato o ATP.

Camu camu: Controindicazioni

Il consumo di camu camu come frutto o integratore alimentari non presenta particolari contrindicazioni, salvo che non si siano patologie pregresse.

In linea di massima, però, l’assunzione di camu camu viene sconsigliata in caso di calcoli renali (vitamina C stimola l’attività renale) e gastriti e ulcere (acidità peggiora le affezioni gastriche presenti).

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.