Home Dimagrire Quali sono gli errori da evitare quando si vuole dimagrire in fretta?

Quali sono gli errori da evitare quando si vuole dimagrire in fretta?

Abbiamo detto tante volte che il successo di una dieta dimagrante è riuscire a perdere peso senza soffrire la fame e incappare nell’effetto yo-yo. Ma quali sono gli errori da evitare quando si vuole dimagrire in fretta?

Dimagrire in fretta- foto au.be.yahoo.com

È innegabile che ridurre le porzioni, limitare gli sgarri alimentari e dedicarsi a un’attività fisica regolare sono i pilastri fondamentali di un percorso di dimagramento, anche se spesso non sempre si ottengono i risultati sperati.

La delusione dei risultati rischia di alterare la routine dimagrante e di spingere a saltare i pasti e ad affidarsi a bevande pseudo “miracolose”, un comportamento che potrebbe vanificare gli sforzi compiuti e forzare l’organismo.

Errori da evitare quando si vuole dimagrire in fretta

Fissare delle regole di base, seguire i consigli alimentari di personali esperti e tenere sotto controllo lo stato di salute durante la dieta è essenziale per evitare deficit nutrizionali e conseguenze anche piuttosto gravi.

La maggior parte delle persone che vogliono dimagrire in fretta commette dei rischi che alterano i risultati finali. Quali sono gli errori da evitare quando si vuole dimagrire in fretta?

  1. Fissarsi sul peso

La voglia di perdere peso in fretta rischia di far entrare in loop piuttosto pericoloso. Salire sulla bilancia e pesarsi tutti i giorni per verificare i progressi non è salutare perché il peso viene determinato da diversi fattori (cambiamenti ormonali, ritenzione idrica, momenti della giornata, aumento della massa magra e così via).

Per evitare di fissare ossessivamente il valore numerico del peso è preferibile misurare la circonferenza di vita, fianchi e cosce per avere contezza dei progressi effettivi.

  1. Ridurre l’apporto calorico

La dieta ipocalorica richiede un menu alimentare in grado di fornire un certo quantitativo calorico giornaliero, ma ridurre tale apporto potrebbe essere deleterio e controproducente.

Tagliare ulteriormente le calorie previste dal piano alimentare significa perdere la massa muscolare e rallentare il metabolismo.

  1. Trascurare l’attività fisica

L’attività fisica è una costante nel percorso di dimagrimento, soprattutto perché la primissima perdita di peso corrisponde a un calo di massa muscolare.

Uno sport, un’attività di gruppo o una routine fitness home made può essere sufficiente a limitare la perdita di massa magra, ad aumentare la perdita di peso e a sostenere il metabolismo.

  1. Tagliare la quota proteica

Quando ci si approccia alla dieta ipocalorica non bisogna dimenticare che l’apporto proteico favorisce la perdita di peso, aumenta il senso di sazietà e salvaguarda la massa muscolare.

  1. Limitare il consumo di fibre

Una dieta che taglia le fibre rischia di compromettere la perdita di peso perché non agevola la regolarità intestinale e non sfrutta il loro elevato potere saziante.

  1. Mangiare troppo spesso

La regola generale che vuole pasti più piccoli e decisamente più frequenti rischia di essere fraintesa a favore di un continuo mangiare, un comportamento che fa aumentare l’apporto calorico e la quota di zuccheri assimilati.

  1. Non fare attenzione agli zuccheri

Il corpo non vede gli zuccheri come li vediamo noi, considerando che non sono presenti solo in dolciumi e pasticcini ma in tutti gli alimenti.

È necessario prestare attenzione agli zuccheri nascosti verificando le componenti nutrizionali e l’apporto calorico in ogni prodotto per evitare di sovraccaricare l’organismo e non vanificare gli sforzi.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.